Alvarez, l’anti-viola: «La Fiorentina mi porta bene, grazie a mister Giampaolo»

Quando vede viola, segna. Se si esclude il gol di coppa contro il Cagliari, il Ricky Alvarez versione blucerchiata ha timbrato sempre e solo con la Fiorentina, autentico amuleto dell’argentino. «Mi portano bene, contro di loro avevo già fatto gol lo scorso anno – torna a raccontare il trequartista -. Forse perché giocano molto il pallone e stanno larghi, lasciando qualche spazio in più. Il pari? Speravo nei 3 punti, ormai. Però il pareggio credo sia giusto».

Squadra. Per il numero 11 andare il rete sotto la Sud è una cosa nuova. «È la prima volta – fa mente locale -, segnare coi tifosi davanti è sempre bello. L’abbraccio con Giampaolo? Ha sempre parlato bene di me. Lo ringrazio, è stato fondamentale. Con lui come allenatore, che tu giochi o non giochi, ti senti sempre importante per la squadra. Facciamo tanti gol dalla panchina anche per questo: ci sentiamo tutti parte di qualcosa».

Questo sito web utilizza cookies tecnici e di terze parti, anche di analisi statistica, al fine di migliorare l’esperienza di navigazione e le funzionalità. I cookies di analisi possono essere trattati per finalità di profilazione da terze parti. Per avere maggiori informazioni e negare il consenso ai cookies clicca qui.

Se prosegui la navigazione mediante accesso ad altra area del sito o selezione di un elemento dello stesso (ad esempio di un’immagine o di un link) manifesti il tuo consenso all’uso dei cookies.