Ciao Giovanna, esempio di amore, vita e umanità

Nessun insegnamento vale quanto l’esempio. Giovanna Romanato è stata un esempio per tutti noi.

Un esempio di amore, vita e umanità. Giovanna si è spenta questa mattina a 72 anni nella sua casa di via Canevari. Da quando ne aveva 10 viveva grazie all’aiuto di un respiratore artificiale che era ormai diventato parte di lei.

Viveva sorridendo, con coraggio, dolcezza e dignità, malgrado per la maggior parte delle sue giornate fosse costretta a farlo all’interno di un polmone d’acciaio stracolmo di adesivi blucerchiati, i colori della sua grande passione: la coetanea Sampdoria.

La stessa Sampdoria che oggi – insieme con il suo presidente Massimo Ferrero, i suoi dirigenti, tecnici, calciatori e dipendenti tutti – piange commossa per la sua scomparsa.

Ciao cara Giò, grande donna, genovese e sampdoriana. E grazie per tutto ciò che ci hai insegnato.

Questo sito web utilizza cookies tecnici e di terze parti, anche di analisi statistica, al fine di migliorare l’esperienza di navigazione e le funzionalità. I cookies di analisi possono essere trattati per finalità di profilazione da terze parti. Per avere maggiori informazioni e negare il consenso ai cookies clicca qui.

Se prosegui la navigazione mediante accesso ad altra area del sito o selezione di un elemento dello stesso (ad esempio di un’immagine o di un link) manifesti il tuo consenso all’uso dei cookies.