Coppa Italia, Giampaolo: «Un’occasione il Milan in casa, giochiamocela al meglio»

Vigilia di Coppa Italia per la Sampdoria. Domani pomeriggio, sabato, i blucerchiati saranno di scena al “Ferraris” per affrontare il Milan nell’ottavo di finale, un appuntamento conquistato dopo aver superato Viterbese Castrense e SPAL e al quale Marco Giampaolo dedica attenzione e importanza. «Ci sono tanti elementi positivi alla vigilia di questa partita – afferma dal “Mugnaini” di Bogliasco –. È un appuntamento al buio dopo la sosta, ma la squadra si è allenata bene: è un’occasione perché giochiamo a Marassi e spero di superare il turno».

Ostacolo. Il tecnico conosce bene il valore dell’avversario e non pensa assolutamente che la Supercoppa Italiana in programma tra cinque giorni in Arabia Saudita o le tante voci di mercato attorno agli uomini di Gattuso finiranno per condizionare i rossoneri. «In campionato i rossoneri hanno un punto in più di noi, quindi se guardassimo la classifica saremmo un pelo sfavoriti – sottolinea l’allenatore –. Verranno a giocare la partita e hanno qualità individuali di grande rilievo: sono costruiti per vincere, sarà difficile ma in casa e in gara unica abbiamo carte da giocarci».

Formazione. Il mister non vuol sentir parlare di turn over. «Il turn over non esiste – taglia corto Giampaolo -. Non voglio che venga sminuito il valore di quei calciatori che giocano meno, ma che concorrono a migliorare il valore e la classifica della Samp. Giocherò con la miglior formazione possibile in questo momento: Rafael Cabral in porta più altri dieci».

Mercato. Impossibile non parlare di mercato. Il ritorno in blucerchiato di Manolo Gabbiadini è imminente, un innesto che aumenterà le alternative in attacco e alzerà il valore dell’organico. «Migliorare questa squadra a gennaio credo sia impossibile – conclude Giampaolo -. In porta e in difesa siamo competitivi, a centrocampo idem e l’attacco non ha evidenziato lacune. Per il nostro target inserire calciatori che stravolgano il valore della rosa è pressoché impossibile: Gabbiadini è una scelta in più in attacco. Per me non è un esterno ma un attaccante vero e proprio e faremo di tutto per inserirlo in un ambiente che lui conosce già molto bene».

Questo sito web utilizza cookies tecnici e di terze parti, anche di analisi statistica, al fine di migliorare l’esperienza di navigazione e le funzionalità. I cookies di analisi possono essere trattati per finalità di profilazione da terze parti. Per avere maggiori informazioni e negare il consenso ai cookies clicca qui.

Se prosegui la navigazione mediante accesso ad altra area del sito o selezione di un elemento dello stesso (ad esempio di un’immagine o di un link) manifesti il tuo consenso all’uso dei cookies.