Ferrari si rimbocca le maniche: «Ci gira male, lavorando ne usciremo»

Gian Marco Ferrari è sempre più al centro del progetto Sampdoria e non ha paura di tirarsi indietro quando serve metterci la faccia. «Non dobbiamo fare drammi – dice in mixed-zone -. Ci siamo inceppati? Non credo, ma di questi tempi ci gira male. Non siamo riusciti a capitalizzare le occasioni e il Sassuolo ci ha puniti. Come si esce da un momento così? Lavorando e lavorando».

Regole. Una battuta sul rigore (poi parato da Viviano) è quasi d’obbligo. «L’ho toccata, è vero – ammette il numero 13 -, ma è impossibile non farlo quando si è in corsa. Non potevo certo amputarmi le braccia. Detto questo, la regola è così e ce la teniamo. Peccato davvero per come è finita. Sono stati bravi a limitarci oggi, hanno trovato le mosse giuste per darci fastidio. Matri? Ha fatto un bel movimento, io potevo fare meglio, ma bisogna dare merito alla sua bravura».

Questo sito web utilizza cookies tecnici e di terze parti, anche di analisi statistica, al fine di migliorare l’esperienza di navigazione e le funzionalità. I cookies di analisi possono essere trattati per finalità di profilazione da terze parti. Per avere maggiori informazioni e negare il consenso ai cookies clicca qui.

Se prosegui la navigazione mediante accesso ad altra area del sito o selezione di un elemento dello stesso (ad esempio di un’immagine o di un link) manifesti il tuo consenso all’uso dei cookies.