Gabbiadini: «Dobbiamo reagire ai risultati, ma la squadra funziona»

136 minuti, due gol e un assist. Manolo Gabbiadini è tornato con il piglio giusto alla Sampdoria, peccato solo che il sinistro di rabbia non abbia portato con sé almeno un pari nella San Siro nerazzurra. Il verdetto del campo è davvero difficile da accettare. «C’è delusione – spiega la punta -, perché potevamo fare meglio e portare a casa punti. Dovevamo essere più duri e concreti dopo il pareggio, potevamo fare più male a questa Inter che ci stava concedendo anche spazi. Starà a noi reagire a risultati fin dalle prossime partite».

Funzionamento. A livello personale Gabbiadini può ritenersi soddisfatto, anche se alcuni passaggi del gioco di Giampaolo vanno ancora assorbiti a pieno. «Devo entrare velocemente nei meccanismi e credo di starci riuscendo – ammette -. La squadra funziona: giocare dall’inizio o entrare a gara in corso cambia poco, si punta sempre a fare meglio. E ovviamente la vittoria è il primo obiettivo. Siamo un gruppo di attaccanti forti, chiunque gioca fa bene, come anche negli altri reparti».

Questo sito web utilizza cookies tecnici e di terze parti, anche di analisi statistica, al fine di migliorare l’esperienza di navigazione e le funzionalità. I cookies di analisi possono essere trattati per finalità di profilazione da terze parti. Per avere maggiori informazioni e negare il consenso ai cookies clicca qui.

Se prosegui la navigazione mediante accesso ad altra area del sito o selezione di un elemento dello stesso (ad esempio di un’immagine o di un link) manifesti il tuo consenso all’uso dei cookies.