Giampaolo è pronto per la Lazio: «Dovremo giocare al cento per cento delle nostre possibilità»

La Coppa Italia è già alle spalle, domani sera, domenica, si torna in campo per la Serie A. Al “Ferraris” arriva la Lazio e Marco Giampaolo si attente una prova di spessore da parte della Sampdoria. Dopo il poker rifilato al Pescara, bisogna ripartire in campionato nel migliore dei modi per riscattare il passo falso di Bologna. «La Lazio è forte: fisicamente, tecnicamente e ha ottime idee sia in fase difensiva che offensiva – spiega il tecnico nella conferenza stampa della vigilia -. Sarà una gara complicata, da affrontare al cento per cento delle nostre capacità».

Avversario. La Lazio è a secco di vittorie da quattro turni, dal successo per 5-1 ottenuto a Benevento lo scorso 29 ottobre. Il mister però conosce bene le qualità dei biancocelesti, che inserisce nel lotto di squadre in corsa per lo Scudetto. «Ho visionato le ultime prestazioni e posso dire che sono ancora più forti di quanto già pensassi – sottolinea -. Per contrastare questo tipo di avversario dovremo fare la miglior partita sul piano temperamentale dell’attenzione».

Giudice. Dopo la sfida pareggiata con la Fiorentina, i laziali hanno recriminato sull’utilizzo del VAR. Giampaolo ribadisce la sua approvazione verso la nuova tecnologia introdotta dall’inizio di questa stagione: «Calcisticamente parlando il VAR è la scoperta del secolo. Sbaglia sicuramente meno rispetto all’occhio umano, rende maggior giustizia alle classifiche e fa lavorare gli arbitri con maggior serenità: è un giudice sopra le parti».

Ballottaggi. Al netto degli indisponibili certi, l’allenatore blucerchiato ha in mente qualche dubbio di formazione che scioglierà soltanto dopo la rifinitura. «Non abbiamo recuperato né Linetty né Strinic, anche se conto di ritrovare quest’ultimo per la prossima trasferta a Cagliari – conclude Giampaolo -. Domani abbiamo ancora un allenamento e soltanto dopo farò le scelte definitive sulla formazione».