Giampaolo: «Per noi la giustizia divina, per loro la moviola in campo. Che Samp!»

«Giustizia divina». Marco Giampaolo si appella a qualcosa che non si può spiegare per dare un senso – bellissimo – al tacco volante di Saponara, che ha dato alla Sampdoria qualcosa che le era stato indebitamente tolto da un rigore che davvero non si sa. «Questa è moviola in campo – attacca il mister commentando il gol del 2-1 della Lazio -, se devi intervenire con il VAR è perché ci sono dei presupposti chiari ed evidenti. E questo non è né chiaro né evidente. Anche la punizione va rivista: perché c’è pure un fallo su Andersen…».

Merito. Bando alle polemiche, andiamo a festeggiare questo pari che sa di vittoria. «Se mai avevo vinto una partita al 99′, stasera è ancora più bello – sorride con piacere il tecnico -. Non meritavamo di perdere. Abbiamo fatto una grande gara, sapendo soffrire. Sarebbe stato un vero peccato uscire battuti. Il calcio mi ha regalato una grandissima soddisfazione stasera».

Convinzione. «La Lazio è forte nella contrapposizione fisica e nell’uno contro uno – dice Giampaolo sugli avversari -. Abbiamo fatto una prova con le nostre armi, fin quando siamo riusciti. Poi ho messo forza e centimetri. Noi siamo stati caratterialmente bravi, ce la siamo giocata come sappiamo e così ce la possiamo vedere con tutti. Questa è una mia vera convinzione». E sul 2-2, che si dice? «Il gol di Saponara nemmeno l’ho visto… ero già nello spogliatoio», racconta a media.

Questo sito web utilizza cookies tecnici e di terze parti, anche di analisi statistica, al fine di migliorare l’esperienza di navigazione e le funzionalità. I cookies di analisi possono essere trattati per finalità di profilazione da terze parti. Per avere maggiori informazioni e negare il consenso ai cookies clicca qui.

Se prosegui la navigazione mediante accesso ad altra area del sito o selezione di un elemento dello stesso (ad esempio di un’immagine o di un link) manifesti il tuo consenso all’uso dei cookies.