Kownacki: «Gol con dedica, un pancione per agli ottavi»

Sembrava che quella palla proprio non volesse entrare. E invece, alla fine, è stato proprio Dawid Kownacki a consegnare alla Sampdoria il pass per gli ottavi di finale di Coppa Italia. «Per me è stato un gol davvero importante – sorride il polacco, di nuovo a segno nel quarto turno, come un anno fa -, volevo farlo a tutti i costi. Forse avrei potuto farne ancora di più: le occasioni sono state tante. Ma alla fine quello che importa è averla buttata dentro, così ci siamo evitati i supplementari. Tra tre giorni avremo un’altra gara di campionato e chiuderla entro i 90 minuti era molto importante».

Bimbo. A proposito di palla, quella della fluorescente della Nike è finita sotto la maglietta blucerchiata, come fosse un pancione. «Ho aspettato a lungo questa opportunità di fare gol – dice il numero 99 -, perché ci tenevo a fare sapere a tutti che la mia ragazza è in dolce attesa. Segnare e fare vedere a tutti con un’esultanza che avremo un bimbo: ecco cosa volevo fare».

Questo sito web utilizza cookies tecnici e di terze parti, anche di analisi statistica, al fine di migliorare l’esperienza di navigazione e le funzionalità. I cookies di analisi possono essere trattati per finalità di profilazione da terze parti. Per avere maggiori informazioni e negare il consenso ai cookies clicca qui.

Se prosegui la navigazione mediante accesso ad altra area del sito o selezione di un elemento dello stesso (ad esempio di un’immagine o di un link) manifesti il tuo consenso all’uso dei cookies.