Sconfitta di misura con la Juventus: la Primavera cade a Vinovo 1-0

Si interrompe dopo tre risultati utili consecutivi la risalita della Sampdoria di Pavan nel campionato Primavera 1 TIM. Al campo “Ale & Ricky” di Vinovo basta una rete alla Juventus per fermare i blucerchiati e fare sua l’intera posta in palio.

Sotto. I bianconeri di Dal Canto partono forte e costringono il Doria sulla difensiva. Tessiore e compagni sembrano reggere bene l’urto ma, quando il primo tempo sembra destinato ad andare agli archivi, i padroni di casa passano in vantaggio. Al 45′ Zanandrea devia sotto misura un calcio piazzato di Muratore dalla trequarti campo e trafigge Krapikas.

Rivoluzione. All’inizio della seconda frazione i blucerchiati si riversano in attacco alla ricerca del pari ma scoprendosi concedono spazi agli avversari e Krapikas è costretto a fare gli straordinari per tenerli in partita. Pavan rivoluziona il fronte offensivo inserendo Prelec, Curito e Yayi Mpie al posto di Cappelletti, Cabral e Gomes Ricciulli, ma la Samp non riesce a sfondare e, al termine dei quattro minuti di recupero concessi dal direttore di gara, deve arrendersi.

Salvezza. Si chiude dunque con una sconfitta il 2017 della Primavera. La ripresa è fissata per sabato 13 gennaio, quando al “Garrone” di Bogliasco arriverà il Napoli per quello che può essere considerato a tutti gli effetti un vero e proprio scontro-salvezza.

Juventus     1
Sampdoria 0
Reti: p.t. 45′ Zanandrea.
Juventus (3-5-2): Busti; Delli Carri, Vogliacco, Zanandrea; Caligara, Di Pardo, Muratore, Montaperto (40′ s.t. Portanova), Tripaldelli; Olivieri, Kameraj.
A disposizione: Siano, Anzolin, Sane, Joao Serrao, Merio, Meneghini, Capellini, Ricardo Campos, Morrone, Narciso, Morachioli.
Allenatore: Dal Canto.
Sampdoria (4-3-1-2): Krapikas; Romei, Veips, Oliana, Doda; Tessiore, Gabbani, Ejjaki; Gomes Ricciulli (39′ s.t. Yayi Mpie); Cappelletti (18′ s.t. Prelec), Cabral (30′ s.t. Curito).
A disposizione: Hutvagner, Piccardo, Fido, Pastor, Aramini, Scotti, Perrone.
Allenatore: Pavan.
Arbitro: Curti di Milano.
Assistenti: Ceccon di Lovere e Catamo di Saronno.
Note: ammoniti al 38′ p.t. Di Pardo e al 46′ s.t. Gabbani per gioco scorretto; recupero 0′ p.t. e 4′ s.t.; spettatori 200 circa; terreno di gioco in discrete condizioni.