La reazione di Caprari: palestra, piscina e bicicletta per tornare presto in campo

Ciò che separa i vincitori dai perdenti è il modo in cui una persona reagisce a ogni nuova svolta del destino. Gianluca Caprari ha reagito «come un leone». A sottolinearlo è il professor Umberto Borino, riabilitatore di campo blucerchiato, che sintetizza con queste parole la grande forza di volontà sfoderata dell’attaccante dopo l’infortunio in allenamento dello scorso 23 gennaio.

Reazione. Palestra, piscina, bicicletta e presto anche corsa: da circa un mese e mezzo il numero 17 fa gli straordinari per sanare la frattura del perone della gamba destra e per tornare presto con i compagni. «Nella sfortuna, mi è andata bene – ricorda Caprari – visto che la rottura non ha interessato i legamenti della caviglia, ma la prima sensazione è stata di rabbia. Poi c’è stata la reazione, grazie alla mia famiglia e alla mia ragazza che mi sono stati vicino, così come tutto lo staff tecnico e sanitario della Sampdoria. Stare fuori non è facile, ma sto lavorando sodo per poter aiutare la squadra nel finale di stagione».

Questo sito web utilizza cookies tecnici e di terze parti, anche di analisi statistica, al fine di migliorare l’esperienza di navigazione e le funzionalità. I cookies di analisi possono essere trattati per finalità di profilazione da terze parti. Per avere maggiori informazioni e negare il consenso ai cookies clicca qui.

Se prosegui la navigazione mediante accesso ad altra area del sito o selezione di un elemento dello stesso (ad esempio di un’immagine o di un link) manifesti il tuo consenso all’uso dei cookies.