La Samp chiude in bellezza: doppio Quagliarella, SPAL domata nel finale

La legge amara delle ultime due al “Ferraris” stavolta ha girato dalla parte giusta. Nella porta dove Caicedo e Matri ci avevano punito proprio sul gong, Quagliarella punisce la SPAL al termine di una partita dura e spigolosa. A 41 giorni dall’ultima vittoria in campionato la Sampdoria torna così a conquistare tre punti, regalando un Capodanno di festa alla sua gente e chiudendo il girone d’andata a quota 30, al sesto posto in solitaria (con una partita ancora da recuperare).

Fatica. Sala e Barreto vengono preferiti in partenza a Bereszynski e Linetty; senza Zapata, Caprari affianca in attacco capitan Quagliarella. Ma proprio là davanti il Doria fatica. La SPAL imbriglia la manovra blucerchiata e le occasioni latitano. La prima capita al 20′ e coinvolge il terzetto offensivo: Ramírez imbecca Caprari tra le linee, il quale – a sua volta – serve Quagliarella, il cui destro sibila a lato. Finiscono fuori, di lì a poco, anche i tentativi di Praet (al 26′, al volo) e Caprari (al 29′, su punizione).

Predominio. La palla-gol più ghiotta la serve Quaglia a Gastón alla mezzora: Gomis fa buona guardia, così come su Caprari qualche istante più tardi. Il predominio, ora, è blucerchiato, ma non si passa. Di contro rischiano di passare i biancazzurri. Al 35′ Felipe incorna su calcio d’angolo di Viviani e trova la risposta di un grande Viviano, bravo a respingere pochi centimetri prima che la palla varchi completamente la linea di porta. Ramírez prima impensierisce Gomis dalla distanza, poi viene ammonito per proteste per un mani ravvisato da Pairetto: sarà il primo doriano a finire in diffida.

Arrembaggio. Sullo 0-0 si riparte nel secondo tempo, in cui Regini prende il posto di Strinic. E si riparte con la Samp all’arrembaggio. Al 9′ Salamon devia un tiro di Praet, al 10′ Caprari di testa sfiora l’incrocio. Ramírez tenta la botta al 12′: Vicari tocca e la sfera sorvola di un niente la traversa. I blucerchiati mantengono le redini del gioco e insistono: Caprari e Quagliarella vengono fermati sul più bello a stretto giro di posta. Non si segna ma si rischia ancora. Come al 22′, quando Schiattarella centra in area dalla destra e Floccari calcia, per fortuna alle stelle.

Bomber. Al 25′ Giampaolo cambia anche l’altro terzino, richiamando Sala e inserendo Bereszynski. Ma è di nuovo la SPAL ad avvicinarsi al vantaggio con Antenucci, scattato sul filo del fuorigioco e ipnotizzato da Viviano. Al 36′ – con gli ospiti momentaneamente in dieci per un infortunio occorso a Vicari – Ramírez spreca con il mancino un’altra situazione favorevole. L’ultima carta per dirimere la questione si chiama Kownacki, buttato nella mischia (in luogo di Caprari) per gli assalti finali. Da uno di questi scaturisce l’episodio-chiave: Viviani tocca Ramírez in area e Pairetto assegna il rigore allo scadere. Quagliarella si presenta dal dischetto e non sbaglia. Sbaglia Floccari – per nostra fortuna – sul fronte opposto e il bomber dimostra di non essere sazio. Nell’ultimo minuto di recupero Kownacki gli serve un cioccolatino da scartare e Quaglia raddoppia, salendo a 12 reti stagionali. 2-0, braccia al cielo e buona fine.

Sampdoria 2
SPAL             0
Reti: s.t. 47′ Quagliarella rig. e 49′ Quagliarella.
Sampdoria (4-3-1-2): Viviano; Sala (25′ s.t. Bereszynski), Silvestre, Ferrari, Strinic (1′ s.t. Regini); Barreto, Torreira, Praet; Ramírez; Caprari (38′ s.t. Kownacki), Quagliarella.
A disposizione: Puggioni, Tozzo, Andersen, Djuricic, Alvarez, Linetty, Verre, Capezzi, Murru.
Allenatore: Giampaolo.
SPAL (3-5-2): Gomis; Salamon, Vicari (37′ s.t. Oikonomou), Felipe; Lazzari, Schiattarella, Viviani, Grassi (27′ s.t. Mora), Mattiello; Floccari, Antenucci (43′ s.t. Paloschi).
A disposizione: Marchegiani, Meret, Della Giovanna, Bellemo, Bonazzoli, Rizzo, Schiavon, Vitale, Barbosa.
Allenatore: Semplici.
Arbitro: Pairetto di Nichelino.
Assistenti: Posado di Bari e Di Vuolo di Castellammare di Stabia.
Quarto ufficiale: Serra di Torino.
VAR: Massa di Imperia.
Assistente VAR: Tonolini di Milano.
Note: ammoniti al 13′ p.t. Viviani, al 15′ p.t. Barreto, al 20 ‘s.t. Sala, al 32′ s.t. Schiattarella, al 39′ s.t. Mora per gioco scorretto, al 39′ p.t. Ramírez per proteste, al 27′ s.t. Vicari per comportamento non regolamentare; recupero 0′ p.t. e 4’ s.t.; abbonati 16.513 (raeto 166.955 euro), paganti 3.070 (incasso 61.983 euro); terreno di gioco in non perfette condizioni.