L’incredibile storia di Tamas, l’ungherese che tifa Doria dagli Stati Uniti

La vita – sostiene Haruki Murakami – non è altro che il risultato naturale di un’assurda concatenazione di eventi. Tamas Karpaty ne sa qualcosa. Un incontro casuale con la Sampdoria ai tempi del liceo gli ha cambiato l’esistenza. In meglio, ovviamente.

Amore. La sua storia è unica. Dalla natia Ungheria agli Stati Uniti, portandosi appresso una vagonata di ricordi, maglie e sciarpe blucerchiate e trasmettendo ai suoi due figli – Liron e Kira – una viscerale passione per Genova, l’Italia e i colori più belli del mondo. A Marassi per la gara con il Crotone, Tamas ci ha raccontato il suo amore per il Doria, testimonianza – ancora una volta – del nostro essere #SampthingDifferent.