Primavera bella ma sfortunata: a Sesto San Giovanni l’Inter vince 1-0

Una buona prova non basta alla Sampdoria per evitare la sconfitta in casa dell’Inter, terza forza del campionato Primavera 1 TIM. Di fronte allo staff dirigenziale doriano, i blucerchiati di Simone Pavan sfoderano una prestazione di carattere e sostanza sul prato del “Breda” di Sesto San Giovanni ma pagano a caro prezzo il gol subìto da calcio piazzato a metà primo tempo.

Colpo. I nerazzurri partono forte ma devono fare i conti con Balde e compagni, abili a chiudere ogni spazio di manovra. Al 22′ sugli sviluppi di un corner battuto da Pompetti, Ejjaki respinge sulla linea una conclusione al volo di Lombardoni ma viene anticipato da Adorante che lo anticipa sulla ribattuta, batte Krapikas e porta avanti l’Inter. Il Doria accusa il colpo e tre minuti più tardi rischia di capitolare per la seconda volta ma Rover colpisce la traversa da posizione ravvicinata.

Reazione. Balde prova a scuotere i suoi e al 32′ impensierisce Pissarco con un mancino dal limite che il portiere nerazzurro è costretto a deviare in corner. Al 38′ sull’asse Stijepovic-Ejjaki i blucerchiati sfiorano il pari, ma quest’ultimo è anticipato al momento del tiro da Corrado. L’Inter si difende con ordine e riparte in velocità creando sempre situazioni di pericolo, l’ultima al 44′ quando Gavioli costringe Krapikas ad alzare il pallone sopra la traversa.

Infortunio. La seconda frazione ricomincia così come si era chiusa la prima, con la Samp che prova a pareggiare i conti ma che dopo soli 9′ dalla ripresa del gioco perde Doda per infortunio. Pavan lo sostituisce con Ferrazzo. Balde in due occasioni (13′ e 23′) e Stijepovic (17′) provano ad impensierire Pissardo, ma l’estremo nerazzurro riesce a mantenere inviolata la propria porta sino al triplice fischio. Battuti sì ma a testa alta.

Inter             1
Sampdoria 0
Reti: p.t. 22′ Adorante.
Inter (4-3-3): Pissardo; Valietti, Nolan, Lombardoni, Corrado; Gavioli (39′ s.t. Schirò), Pompetti (23′ s.t. D’Amico), Zaniolo; Rover, Adorante, Colidio (1′ s.t. Emmers).
A disposizione: Dekic, Van Den Eynden, Bettella, Zappa, Sala, Visconti, Tintori, Merola, Odgaard.
Allenatore: Vecchi.
Sampdoria (4-4-2): Krapikas; Tomic, Veips, Mikulic, Doda (10′ s.t. Ferrazzo); Cappelletti (27′ s.t. Romei), Ejjaki, Pastor, Gomes Ricciulli (36′ s.t. Cabral); Balde, Stijepovic.
A disposizione: Piccardo, Hutvagner, Oliana, Aramini, Soomets, Gabbani, Perrone, Curito.
Allenatore: Pavan.
Arbitro: Amabile di Vicenza.
Assistenti: Saccenti di Modena e Marchi di Bologna.
Note: ammoniti al 28′ s.t. Ferrazzo e al 37′ s.t. Nolan per gioco scorretto; recupero 0′ p.t. e 4′ s.t.; spettatori 300 circa; terreno di gioco in pessime condizioni.

Questo sito web utilizza cookies tecnici e di terze parti, anche di analisi statistica, al fine di migliorare l’esperienza di navigazione e le funzionalità. I cookies di analisi possono essere trattati per finalità di profilazione da terze parti. Per avere maggiori informazioni e negare il consenso ai cookies clicca qui.

Se prosegui la navigazione mediante accesso ad altra area del sito o selezione di un elemento dello stesso (ad esempio di un’immagine o di un link) manifesti il tuo consenso all’uso dei cookies.