Primavera, che tris alla Lazio: continua la risalita dei blucerchiati di Pavan

La striscia positiva continua. La Sampdoria Primavera supera in rimonta la Lazio per 3-1 e centra il terzo risultato utile consecutivo in campionato dopo il successo nel derby e il pari in casa del ChievoVerona. Una vittoria figlia del gioco e del temperamento quella ottenuta al “Garrone” di Bogliasco dai ragazzi di Simone Pavan, che permette a capitan Tessiore e compagni di abbandonare l’ultimo posto della classifica e salire a quota 12 punti.

Salita. E dire che la gara si era messa subito in salita per i blucerchiati, colpiti a freddo dopo soli tre minuti dal calcio d’inizio dagli avanti biancocelesti. Soares Silvia rimette al centro dal palo più lontano una punizione calciata da centrocampo da Miceli e sul secondo palo Baxevanos di testa trafigge Krapikas. Il Doria prova a reagire con Gomes Ricciulli, ma è la Lazio a rendersi nuovamente pericolosa sugli sviluppi di una nuova palla inattiva sull’asse Miceli-Bari.

Reazione. Al 29′ Krapikas è bravo a neutralizzare un colpo di testa ravvicinato di Rezzi, poi sul ribaltamento di fronte Cappelletti viene anticipato da Rus. Un minuto più tardi, però, ecco concretizzarsi la reazione blucerchiata: una bellissima triangolazione tra Tessiore e Cappelletti porta il capitano all’interno dell’area e a fulminare il portiere ospite in uscita disperata. Si torna in parità e all’intervallo si va sul parziale di 1-1.

Sorpasso. Al rientro in campo la Samp si ripresenta con un piglio più deciso e al 9′ trova la via del sorpasso. Una gran giocata di Tessiore sulla destra permette a Gomes Ricciulli di impattare con il sinistro e spedire il pallone tra il palo e Rus. La Lazio accenna una timida reazione al 19′ quando il mancino di Rezzi carambola sul corpo di Veips e per poco non inganna Krapikas.

Tripudio. I blucerchiati hanno più fame e un passo decisamente più incisivo rispetto agli avversari. Al 38′ il neoentrato Vujcic innesca Ejjaki sulla sinistra, la mezzala marocchina entra in area e viene stesa da Spizzichino. L’arbitro assegna il rigore che lo stesso Ejjaki trasforma con un delizioso cucchiaio. Un gol che sancisce un successo fondamentale per morale e gradutoria e per preparare al meglio la trasferta di venerdì prossimo in casa della Juventus, ultimo appuntamento del 2017.

Sampdoria 3
Lazio            1
Reti: p.t. 3′ Baxevanos, 30′ Tessiore; s.t. 9′ Gomes Ricciulli, 39′ Ejjaki rig.
Sampdoria (4-3-3): Krapikas; Doda, Veips, Mikulic (40′ p.t. Oliana), Ferrazzo; Tessiore, Gabbani, Ejjaki; Cappelletti (36′ s.t. Aramini), Cabral (s.t. 28′ Vujcic), Gomes Ricciulli.
A disposizione: Hutvagner, Romei, Fido, Perrone, Scotti, Curito, Prelec.
Allenatore: Pavan.
Lazio (5-4-1): Rus; Spizzichino, Baxevanos, Soares Silvia, Kalaj (13′ s.t. Dyassi), Petro; Aliaj, Marchesi (32′ s.t. Javorcic), Miceli, Bari; Rezzi.
A disposizione: Alia, Falbo, Zitelli, Boateng, Sarac.
Allenatore: Bonatti.
Arbitro: Annaloro di Collegno.
Assistenti: Trinchieri e Lattanzi di Milano.
Note: ammoniti al 31′ s.t. Marchesi e al 43′ s.t. Aramini per gioco scorretto; recupero 1′ p.t. e 3′ s.t.; spettatori 150 circa; terreno di gioco in sintetico.