Primavera: la Roma fa breccia a Bogliasco, blucerchiati battuti

Sabato amaro per la prima squadra, sabato amaro per la Primavera. Mentre Quagliarella e compagni fermavano la loro corsa a Bologna, capitan Tessiore & co. venivano battuti da una Roma affamata di punti. Così come al “Dall’Ara”, anche sul sintetico del “Garrone” la Buonasorte si è tappata gli occhi: i ragazzi di Pavan infatti sono andati subito sotto per via di uno sventurato autogol di Veips. Sei giri di lancetta e già 1-0 ospite. Ma la fortuna non ha aiutato i nostri neanche con l’andare dei minuti.

Centimetri. Sotto una pioggia battente, i blucerchiati – ancora in cerca del primo squillo interno dopo l’exploit di Verona – hanno cercato di organizzare la rimonta, trovando invece i guantoni di un gigantesco Romagnoli, decisivo su Balde, e sbagliando la mira qualche centimetro di troppo, come nel caso tiro a fil di palo di Ejjaki. Il tutto mentre un rabbioso Antonucci infilava due volte (20′ e 35′) il malcapitato Krapikas.

Finale. Nella ripresa il copione non cambia: il Doria ci prova, ma la Roma grazie al comfort del triplo vantaggio può accontentarsi di agire su rimessa. Ed è proprio così che arriva il poker di Tresescu (64′) dopo un flipper aereo. Solo nel finale – al minuto 74 – Balde ammorbidisce il passivo, realizzando dagli undici metri. C’è molto da fare ma lo sapevamo: giù la testa e su le maniche. Lavorando i risultati arriveranno.

Sampdoria 1
Roma           4

Reti: p.t. 6’ Veips aut., 20′ e 35′ Antonucci; s.t. 19′ Tresescu, 29′ Balde rig.
Sampdoria (4-3-3): Krapikas; Tomic, Veips, Oliana, Ferrazzo (36′ s.t. Curito); Ejjaki, Tessiore, Scotti (1’ s.t. Prelec); Gomes Ricciulli, Balde, Cappelletti (22′ s.t. Yayi Mpie).
A disposizione: Hutvagner, Doda, Fido, Mikulic, Romei, Aramini, Gabbani, Perrone, Canovi.
Allenatore: Pavan.
Roma (4-4-2): Romagnoli; Bouah, Ciavattini, Marcucci, Tresescu; Riccardi (36′ s.t. Sdaigui), Masangu, Ciofi (26′ s.t. Kastrati), Corlu; Basuijen, Antonucci.
A disposizione: Greco, Cargnelutti, Semeraro, Meadows, Cappa, Celar, Pezzella, Petrungaro, Valeau.
Allenatore: De Rossi.
Arbitro: Schirru di Nichelino.
Assistenti: Pacifico di Taranto e D’Alia di Trapani.
Note: ammonito al 34’ p.t. Scotti per gioco scorretto; recupero 0’ p.t. e 4′ s.t.; spettatori 100 circa; terreno di gioco in sintetico.