Primavera, la voglia non basta: anche il Bologna espugna il “Garrone”

Niente da fare. La Sampdoria Primavera non riesce ad invertire il trend negativo. Al “Garrone” di Bogliasco la formazione blucerchiata rimedia la quinta sconfitta stagionale, superata 2-0 dal Bologna al termine di una gara sostanzialmente equilibrata, dove a fare la differenza sono state la concretezza e la maggior esperienza dell’undici rossoblù.

Occasioni. Al quarto d’ora la prima vera occasione del match: Busi tenta la conclusione da fuori area ma Krapikas è attento e si rifugia in angolo. Al 29’ la risposta doriana è affidata ad una staffilata di Ejjaki dalla distanza, con Bruzzi bravo ad alzare sopra la traversa. Cabral sfiora il vantaggio al 34’ ma il suo tiro deviato esce di poco alla sinistra dell’estremo emiliano.

Episodio. Al 44’ ecco l’episodio che cambia il match: Mikulic lascia sfilare un pallone che mette Pattarello nelle condizioni di involarsi a rete, il centrale croato lo trattiene per la maglia e l’arbitro estrae il rosso diretto. Il Doria è in dieci e sugli sviluppi del piazzato seguente la sorte volta ancora una volta le spalle ai blucerchiati: tiro fiacco di Busi, la barriera devia e spiazza Krapikas. All’intervallo Bologna in vantaggio 1-0.

Voglia. Al rientro dagli spogliatoi la Samp si ripresenta con Gabbani al posto di Scotti a centrocampo e con la voglia di ristabilire la parità il più in fretta possibile. Al quarto d’ora Augusto inserisce Curito per Cabral nel tentativo di dare maggior imprevedibilità all’attacco; sottoporta però i blucerchiati faticano a rendersi pericolosi.

Nove. Il finale è arrembante. Tessiore e compagni provano a gettare il cuore oltre l’ostacolo e per tentare il tutto per tutto Augusto getta nella mischia anche Prelec al posto di Ejjaki. Il Bologna però trova in contropiede il gol del definitivo 2-0 al 44′ con Pattarello. In pieno recupero c’è ancora tempo per l’espulsione di Pastor, ammonito consecutivamente per un fallo e per proteste. Si chiude in nove contro undici, per la Sampdoria è notte fonda.

Sampdoria 0
Bologna 2
Reti: p.t. 45’ Busi; s.t. 44′ Pattarello.
Sampdoria (3-5-2): Krapikas; Oliana, Pastor, Mikulic; Romei, Tessiore, Ejjaki (30’ s.t. Prelec), Scotti (1’ s.t. Gabbani), Gomes Ricciulli; Balde, Cabral (16’ s.t. Curito).
A disposizione: Hutvagner, Giordano, Ferrazzo, Fido, Perrone, Canovi, Cappelletti.
Allenatore: Augusto.
Bologna (4-3-3): Bruzzi; El Kaouakibi, Brignani, Busi, Frabotta; Cozzari, Ghini (35′ s.t. Mazza), Valencia (40’ s.t. Cassandro); Uhunamure (27’ s.t. Djibril), Kingsley, Pattarello.
A disposizione: Peqini, Stanzani, Saputo, Mantovani, Negri, Castelletti, A. Balde, Bianconi, Pirreca.
Allenatore: Troise.
Arbitro: Perotti di Legnano.
Assistenti: Avalos di Legnano e Donato di Milano.
Note: espulso al 44’ p.t. Mikulic per comportamento non regolamentare e al 45’ s.t. Pastor per doppia ammonizione; ammoniti al 37’ p.t. Ghini, al 15’ s.t. Romei, al 19’ s.t. Busi, al 43’ s.t. Pattarello per gioco scorretto; recupero 1’ p.t. e 5′ s.t.; spettatori 100 circa; terreno di gioco in sintetico.