SPAL battuta in rimonta con Defrel e Kownacki, il Doria passa in Coppa Italia

Dallo 0-1 al 2-1. Proprio come lo scorso 1° ottobre, Sampdoria-SPAL si chiude con una vittoria in rimonta. Stavolta niente tre punti però. Il premio per i ragazzi di Giampaolo – schierati in formazione assai rimaneggiata – è l’accesso agli ottavi della Coppa Italia, dove, a gennaio, affronteranno il Milan (il sorteggio di lunedì 10 dicembre dirà se in casa o in trasferta).

Opportunità. Rafael e Ferrari debuttano ufficialmente in blucerchiato, Colley torna al centro della difesa mentre Sala si prende la corsia mancina. In regia conferme per Vieira, affiancato da Praet e Jankto. Il compito di innescare le punte Defrel e Kownacki spetta a Saponara, il primo ad avvicinarsi al vantaggio al minuto 7: il mancino a colpo sicuro del trequartista viene respinto sulla linea da Cionek. Il Doria staziona pericolosamente dalle parti di Milinkovic ma spreca le opportunità: Saponara non trova la porta di testa su cross di Bereszynski (12′), Jankto sbaglia la misura dell’assist (14′) e Kownacki calcia di poco a lato un pallone invitante (17′).

Respiro. Sbagliando si rischia di pagare: al 26′ Dickmann spreca la prima vera occasione ospite in area doriana. Corso il pericolo, la Samp si riversa in avanti e Kownacki, ben servito da Defrel alla mezzora, sfiora ancora l’1-0. Risultato che si materializza dalla parte opposta grazie ad un gran gol di Floccari. Al 34′ dobbiamo cominciare la rincorsa. Rafael al 40′ neutralizza un destro di Paloschi, un ulteriore rischio prima del pareggio all’ultimo respiro. Nel recupero è Defrel a punire Milinkovic su suggerimento di Jankto. 1-1, giusto così.

Sorpasso. La ripresa si apre con il Doria in attacco: Saponara fa la barba al palo al 7′, Kownacki trova il piedone di Milinkovic a sbarrargli la strada del raddoppio al 17′. Ma è Jankto al 21′ a divorarselo il raddoppio, dopo un filtrante al bacio di Saponara e dopo aver scartato l’estremo biancazzurro: il tiro del ceco è da dimenticare. Anche Rolando al 26′ fa il proprio esordio con la squadra che lo ha cresciuto. Squadra che al 37′ effettua il sorpasso. Sono i più attivi della serata a confezionarlo: Saponara crea, Kownacki – finalmente – timbra. È il punto esclamativo sul quarto turno: SPAL eliminata, si avanza in Coppa.

Sampdoria 2
SPAL             1
Reti: p.t. 34′ Floccari, 46′ Defrel; 37′ s.t. Kownacki.
Sampdoria (4-3-1-2): Rafael; Bereszynski (26′ s.t. Rolando), Ferrari, Colley, Sala; Praet, Vieira (39′ s.t. Linetty), Jankto; Saponara (44′ s.t. Caprari); Defrel, Kownacki.
A disposizione: Belec, Andersen, Ekdal, Ramírez, Leverbe, Tavares, Quagliarella.
Allenatore: Giampaolo.
SPAL (4-4-2): Milinkovic; Cionek, Djourou, Bonifazi, F. Costa; Dickmann, Valoti (26′ s.t. Kurtic), Valdifiori (42′ s.t. Viviani), Everton Luiz; Floccari (33′ s.t. Moncini), Paloschi.
A disposizione: Gomis, Poluzzi, Antenucci, Vicari, Felipe, Petagna, Nikolic, Fares.
Allenatore: Semplici.
Arbitro: Di Paolo di Avezzano.
Assistenti: Raspollini di Livorno e Scarpa di Reggio Emilia.
Quarto ufficiale: Piscopo di Imperia.
Note: ammoniti all’11’ s.t. Cionek per gioco scorretto; recupero 1′ p.t. e 5′ s.t.; paganti 2.462 (incasso 29.870 euro); terreno di gioco in buone condizioni.

Questo sito web utilizza cookies tecnici e di terze parti, anche di analisi statistica, al fine di migliorare l’esperienza di navigazione e le funzionalità. I cookies di analisi possono essere trattati per finalità di profilazione da terze parti. Per avere maggiori informazioni e negare il consenso ai cookies clicca qui.

Se prosegui la navigazione mediante accesso ad altra area del sito o selezione di un elemento dello stesso (ad esempio di un’immagine o di un link) manifesti il tuo consenso all’uso dei cookies.