Train… to be cool: l’Academy blucerchiata incontra la Polizia Ferroviaria

Stimolare negli adolescenti la consapevolezza dei rischi presenti nello scenario ferroviario e diffondere tra di loro la cultura della legalità e della sicurezza, sensibilizzandoli ad adottare comportamenti responsabili per la propria ed altrui incolumità. È questo l’obiettivo di Train… to be cool, il progetto ideato dal Servizio di Polizia Ferroviaria del Dipartimento di Pubblica Sicurezza del Ministero dell’Interno che, per la prima volta nell’ambito della Serie A, ha coinvolto l’Academy dell’U.C. Sampdoria.

Incontro. Train come treno, ma anche come formazione, allenamento, educazione per essere cool, forti, in gamba, alla moda, secondo il linguaggio giovanile. Proprio con l’obiettivo di formare e di trasmettere consapevolezza a ragazze e ragazzi che utilizzano il mezzo ferroviario, i Giovanissimi 2005 e l’U14 femminile hanno partecipato attivamente all’incontro con gli operatori di Polizia Ferroviaria tenutosi nel pomeriggio di ieri a Casa Samp.

Regole. I giovani blucerchiati sono stati informati sui pericoli delle stazioni e dei treni. Sostare in stazione, transitarvi, fermarsi alle biglietterie oppure semplicemente fermarsi in un negozio comporta la conoscenza di alcune regole di comportamento da seguire per evitare di trovarsi in situazioni spiacevoli. Apprendere e partecipare, interagire e crescere. E soprattutto prevenire: la campagna – nata all’inizio del 2014 – riveste infatti un’importanza fondamentale in quanto, da analisi effettuate, sono spesso i giovani a rimanere vittime di incidenti ferroviari.