Zapata con la pipa in bocca: «Segno, esulto e dico bravi a tutti i miei compagni»

Di questo passo le grandi multinazionali del tabacco potrebbero alzare la cornetta per chiedergli di fare da testimonial. Perché Duván Zapata che fuma la pipa sotto la Sud è già un’immagine ricorrente. Il colombiano l’ha fatto ancora, e la sua imitazione del Baciccia è sempre più perfetta. «La vittoria di oggi è importante – spiega con un bel sorriso il colosso blucerchiato -, abbiamo fatto una bella partita. E anche se con un po’ di sofferenza, siamo riusciti a vincere. Siamo stati bravi a concludere al meglio le occasioni che abbiamo avuto, dico bravi a tutti i miei compagni».

Bomber. Un gol – il quinto da quando è arrivato a Genova – che significa: miglior inizio di sempre, statisticamente parlando, per il bomber con il 91 sulle spalle. «È una soddisfazione grandissima – prosegue -, non ho neanche visto da dove venisse la palla, però l’ho l’attaccata quando mi stava arrivando ed è entrata… La tifoseria mi vede come un idolo? Sono felice del mio rapporto con loro. Spero di esultare ancora così come ho fatto fino ad ora». Da domani si parlerà di una Samp ammazza-grandi. «Da questo momento le squadre ci vedranno in un’altra maniera – conclude -. È una cosa che ci rende orgogliosi, ma le difficoltà aumenteranno. Ora prepariamoci per il Bologna».