La Sampdoria sceglie D-Heart e scende in campo per la prevenzione cardiologica

La Sampdoria scende in campo per la prevenzione. E lo fa con D-Heart, un elettrocardiografo per smartphone che consente l’acquisizione di un ECG professionale in qualsiasi luogo e in qualsiasi momento e dunque di tenere il proprio cuore sempre monitorato.

Club. Nello sport il defibrillatore è uno strumento fondamentale in casi di emergenza ma non utile per la prevenzione e per l’urgenza cardiaca dove è necessario un elettrocardiografo per una diagnosi immediata. Dotando ogni struttura di un D-Heart abbinato ad un defibrillatore è possibile dare una copertura cardiaca a 360 gradi. La Sampdoria è il primo club di Serie A ad avere scelto una politica di cardioprotezione completa per i propri sportivi e non solo.

Vita. D-Heart è stato ideato nel 2015 dal genovese (e sampdoriano) Nicolò Briante e dal fiorentino Niccolò Maurizi, e da oggi entrerà a far parte in pianta stabile nella vita societaria. Il centro sportivo “Mugnaini”, la prima squadra e l’Academy (campi d’allenamento e da gioco e Residenza compresi) saranno dotati dell’efficace e affidabile strumento di controllo portatile, che domenica 29 aprile prossimo farà il suo debutto allo stadio “Ferraris”.

Cuore. In occasione di Sampdoria-Cagliari, infatti, gli spettatori del settore Distinti potranno gratuitamente testare il proprio cuore blucerchiato. I medici di D-Heart saranno presenti per sottoporre a screening tutti coloro che lo desidereranno. Un segnale concreto nei confronti della prevenzione cardiologica, per tutti.