Il Re del gol è Quagliarella il Grande: ventisei reti per entrare nella storia

26 reti per essere incoronato re, Re del gol. Passerà alla storia come Fabio Quagliarella il Grande o, come dicono gli inglesi, the Great. Quella che ha compiuto il nostro capitano – non senza l’aiuto di mister, compagni e società come egli stesso ha tenuto a dichiarare – è davvero un’impresa pazzesca, riuscita solo altre due volte dalla data di fondazione della Sampdoria (a Sergio Brighenti prima e a Gianluca Vialli poi).

Corona. Da ieri Quaglia è il bomber più vecchio di sempre a raggiungere la vetta della classifica marcatori dopo Luca Toni, che si fermò però a 22 centri. Mentre in Nazionale ha siglato un nuovo record, tutto suo, andando in gol a 36 anni e 54 giorni compiuti. Ma non è solo questo – e sarebbe già abbastanza – a fare della stagione 2018/19 un’annata da primato, come confermato anche dal premio di migliore attaccante della Serie A: Fabio ha stabilito la miglior striscia di partite in rete consecutivamente (11 giornate), eguagliando Batistuta. Noi, Dugout e gli amanti del calcio passiamo scettro e corona al numero 27 più famoso del mondo.

Questo sito web utilizza cookies tecnici e di terze parti, anche di analisi statistica, al fine di migliorare l’esperienza di navigazione e le funzionalità. I cookies di analisi possono essere trattati per finalità di profilazione da terze parti. Per avere maggiori informazioni e negare il consenso ai cookies clicca qui.

Se prosegui la navigazione mediante accesso ad altra area del sito o selezione di un elemento dello stesso (ad esempio di un’immagine o di un link) manifesti il tuo consenso all’uso dei cookies.