Gabbiadini, specialista come Pirlo: «Le punizioni le sento mie»

Il 50° gol in Serie A, il 32° con la nostra maglia. E come da tradizione bellissimo e pure importante. Manolo Gabbiadini non può che essere contento: «Era quello che volevamo: dare continuità al risultato di Lecce e ci siamo riusciti. Fare 50 gol in A è un bel traguardo, voglio continuare. Mancano 8 giornate e non bisogna mollare: abbiamo fatto un passo avanti, ma dobbiamo ancora lottare con il coltello tra i denti».

Mia. Gabbia come Pirlo. Dal 2013/14, stagione che coincide con il primo anno blucerchiato, nessun italiano ha segnato tanti gol su punizione diretta: ben 6, proprio come l’ex juventino. «Le provo spesso – dice il mancino -, è una cosa che sento mia. E provo a metterla dentro più volte possibile. Mercoledì sera a Bergamo, dovremo fare una partita super: affrontiamo la squadra più in forma, sarà difficilissimo ma ci proveremo».

Questo sito web utilizza cookies tecnici e di terze parti, anche di analisi statistica, al fine di migliorare l’esperienza di navigazione e le funzionalità. I cookies di analisi possono essere trattati per finalità di profilazione da terze parti. Per avere maggiori informazioni e negare il consenso ai cookies clicca qui.

Se prosegui la navigazione mediante accesso ad altra area del sito o selezione di un elemento dello stesso (ad esempio di un’immagine o di un link) manifesti il tuo consenso all’uso dei cookies.