Ranieri non abbassa la guardia: «Vittoria doppia, ma non siamo fuori pericolo»

La prima partita di questa decade a Marassi è un 5-1 sul Brescia. E Claudio Ranieri può sorridere, perché questo grande risultato è arrivato in una giornata sulla carta a dir poco fondamentale. «Sono quelle partite da tre punti che però è come se ne valessero sei – commenta ai media il tecnico doriano -. Dopo la doccia gelata iniziale, la squadra poi si è sciolta bene: abbiamo tirato ventotto volte verso la porta e abbiamo usato bravura e sagacia oggi. Devo fare i complimenti alla squadra, ma non siamo ancora fuori pericolo».

Professionista. Applausi per tutti oggi al “Ferraris”, la reazione è piaciuta e il futuro sembra un po’ meno complicato dopo questa cinquina. Ecco il pensiero di Ranieri a riguardo: «Questa vittoria serviva perché ci aspetta una partita difficile, in casa della Lazio, che è una squadra molto forte». Poi, ancora: «Il calcio si fonda sul gol e per questo mi piace andare sulla verticalità, oggi ci è riuscito. Regini? Vasco è il simbolo di questo spogliatoio, l’ho chiamato e si è fatto trovare presente. Grande professionista, c’è bisogno di giocatori così».

Questo sito web utilizza cookies tecnici e di terze parti, anche di analisi statistica, al fine di migliorare l’esperienza di navigazione e le funzionalità. I cookies di analisi possono essere trattati per finalità di profilazione da terze parti. Per avere maggiori informazioni e negare il consenso ai cookies clicca qui.

Se prosegui la navigazione mediante accesso ad altra area del sito o selezione di un elemento dello stesso (ad esempio di un’immagine o di un link) manifesti il tuo consenso all’uso dei cookies.