Viviano, il diritto di lottare: «Il sogno europeo è sempre vivo»

«Vittoria pesante. Non era facile». Emiliano Viviano attizza il fuoco della Sampdoria, perché c’è un obiettivo tutto da conquistare: «Il Bologna questa sera non meritava di perdere. Noi forse siamo stati un po’ sottotono, ma teniamo vivo il sogno europeo. Il gol di Zapata è quello che ci accende? Chissà… intanto siamo lì, dove nessuno immaginava. Ci siamo guadagnati il diritto di lottare».

Carattere. Uno spavento, poi due paratone. «Ho rischiato di farmi gol da solo, ma evidentemente ho dato io un scossone alla partita – sorride il veterano -. Poi un paio di cose buone le ho fatte. Stasera abbiamo vinto col carattere più che col gioco. Noi meno brillanti del solito, ma l’abbiamo portata a casa».

Europa. Milan, Atalanta, Fiorentina, Torino e ovviamente Sampdoria, che bagarre per l’Europa League. «Il nostro calendario ha delle partite abbordabili – commenta il numero 2 -, ma abbiamo vinto con le grandi e perso con le cosiddette piccole. Quindi, conta poco. Ci saranno però tanti scontri diretti tra loro. Oggi quasi non ci speravo più, ma fa effetto vincere così. Domenica c’è la Lazio, una trasferta dura. Andremo a giocarcela con i nostri principi, come abbiamo fatto a Bergamo. Poi si vedrà».

Questo sito web utilizza cookies tecnici e di terze parti, anche di analisi statistica, al fine di migliorare l’esperienza di navigazione e le funzionalità. I cookies di analisi possono essere trattati per finalità di profilazione da terze parti. Per avere maggiori informazioni e negare il consenso ai cookies clicca qui.

Se prosegui la navigazione mediante accesso ad altra area del sito o selezione di un elemento dello stesso (ad esempio di un’immagine o di un link) manifesti il tuo consenso all’uso dei cookies.