Yoshida: «Esperienza nuova e permanenza in Serie A: sono contento così»

L’esordio con il Verona, il lockdown e poi il ritorno in campo. Da quel momento Maya Yoshida non ne ha più saltata una, diventando un punto fisso nell’undici della Sampdoria. «Sono molto contento – dice schietto in italiano il difensore giapponese -. È stato un periodo difficile, ma abbiamo fatto bene e possiamo rimanere in Serie A. Che è la cosa che più importa. È stata un’esperienza nuova per me, dopo sette anni in Inghilterra tutto era differente e io sono uno a cui piace provare. Voglio ringraziare tutti: allenatore, staff, compagni e tifosi».

Futuro. Il 24 agosto prossimo saranno 32 anni. Ma il numero 34 ha ancora tantissimo da dare, come conferma in prima persona: «Il futuro? Non so ancora niente, però una cosa la posso dire: ho la possibilità di rimanere un altro anno, anche se per il club e per me è meglio avere un contratto più lungo. Parleremo con la società e il mio agente durante le vacanze. Spero andrà tutto bene. Vedremo, cianin cianin…»

Questo sito web utilizza cookies tecnici e di terze parti, anche di analisi statistica, al fine di migliorare l’esperienza di navigazione e le funzionalità. I cookies di analisi possono essere trattati per finalità di profilazione da terze parti. Per avere maggiori informazioni e negare il consenso ai cookies clicca qui.

Se prosegui la navigazione mediante accesso ad altra area del sito o selezione di un elemento dello stesso (ad esempio di un’immagine o di un link) manifesti il tuo consenso all’uso dei cookies.