Altro buon test: tris al Piacenza con Colley, Bonazzoli e Léris

Altra vittoria con tre gol di scarto, altri minuti nelle gambe dei blucerchiati. Si può archiviare alla voce ‘buon test’ anche la terza amichevole pre-campionato della Sampdoria di Ranieri, che dal “Garilli” torna con un 3-0 rifilato al Piacenza, formazione che prenderà parte alla prossima Serie C.

Occasioni. Il mister insiste sul 4-4-2 e l’inizio dei nostri è arrembante. Depaoli scalda subito i guanti a Vettorel sugli sviluppi di corner. L’estremo di casa ci mette una pezza anche su Bahlouli al 3′ e su Quagliarella qualche secondo più tardi. Al 7′ Yoshida manca il tap-in vincente per l’intromissione di un avversario, poi centra in pieno la traversa sul seguente tiro dalla bandierina. Capitan Quagliarella segna al 9′ ma l’arbitro Delrio annulla per fuorigioco. Il Doria insiste e fa il pieno di occasioni: Verre all’11’ trova ancora un reattivo Vettorel tra sé e il vantaggio che arriva al 18′ dall’ennesimo calcio d’angolo. Lo segna Colley, di testa, con il supporto del secondo palo.

Bis. Il Piacenza risponde con una rovesciata di Babbi al 28′ che non impensierisce Belec. Al 32′ Bahlouli assiste Bonazzoli la cui incornata fa fare ancora bella figura a Vettorel. L’attaccante si rifà al 38′, quando sfrutta al meglio un cross pennellato da Augello e firma il bis. Sul finire del tempo Belec compie la prima vera parata della serata opponendosi ad una conclusione di Flores. Un intervento che di fatto chiude la prima frazione.

Girandola. In avvio della seconda Quaglia ci prova in acrobazia (5′, alto) e poi dal limite (7′), Vettorel non trattiene, Léris raccoglie e incrocia con il destro la palla dello 0-3. Vettorel si fa perdonare all’11’ al termine di una girandola di cambi negando il poker a Bonazzoli, servito dal neoentrato Ramírez. L’estremo biancorosso conferma lo stato di grazia volando all’incrocio su una punizione di Quagliarella al 14′. Passa un minuto ed è Belec a prendersi gli applausi negando la rete a D’Iglio. Al 39′ Prelec punta la porta e coglie il palo esterno con un tocco di Saputo. Quasi allo scadere Ramírez scodella per La Gumina: deviazione debole, parata di Vettorel e triplice fischio.

Piacenza     0
Sampdoria 3
Reti: p.t. 18′ Colley, 38′ Bonazzoli; s.t. 7′ Léris.
Piacenza (4-3-3): Vettorel; Daniello (26′ s.t. Saputo), Bruzzone, Corbari, Visconti (22′ s.t. Renolfi); Pedone (39′ p.t. Palma), D’Iglio (25′ s.t. Losa), Gallazzi (44′ s.t. Casali); Lamesta (10′ s.t. Maio), Babbi (10′ s.t. Villanova), Flores (26′ s.t. Ghisleni).
A disposizione: Migliore, Martimbianco, Renolfi, Siani.
Allenatore: Manzo.
Sampdoria (4-4-2): Belec; Depaoli (11′ s.t. Murillo), Yoshida (23′ s.t. Rocha), Colley (11′ s.t. Tonelli), Augello (23′ s.t. Regini); Léris (11′ s.t. Ramírez), Vieira (23′ s.t. Capezzi), Verre (23′ s.t. Palumbo), Bahlouli; Quagliarella (36′ s.t. La Gumina), Bonazzoli (36′ s.t. Prelec).
A disposizione: Avogadri, Ravaglia, Chabot.
Allenatore: Ranieri.
Arbitro: Delrio di Reggio Emilia.
Assistenti: Ceccon di Lovere e Cataldo Bergamo.
Note: recupero 0′ p.t. e 0′ s.t.; spettatori 668; terreno di gioco in discrete condizioni.

Questo sito web utilizza cookies tecnici e di terze parti, anche di analisi statistica, al fine di migliorare l’esperienza di navigazione e le funzionalità. I cookies di analisi possono essere trattati per finalità di profilazione da terze parti. Per avere maggiori informazioni e negare il consenso ai cookies clicca qui.

Se prosegui la navigazione mediante accesso ad altra area del sito o selezione di un elemento dello stesso (ad esempio di un’immagine o di un link) manifesti il tuo consenso all’uso dei cookies.