Augello, finalmente Serie A: «Esordio bellissimo, ma i tre punti anche di più»

Un percorso partito dalla Serie D, proseguito in C con la Giana Erminio, poi la cadetteria con lo Spezia e infine la notte di Ferrara, attesa e ripagante di tante fatiche. Nella partita delle prime volte, quella di Tommaso Augello è una storia di sport fantastica. «Esordio bellissimo – sorride coi suoi occhioni azzurri il terzino milanese -, questa è una vittoria importante, soprattutto per la situazione in cui siamo. La cosa più importante sono i tre punti, il mio esordio viene dopo».

Serie A. L’ultimo posto dava spazio a cattivi pensieri, ma qualcosa sembra cambiato. «Non siamo mai stati depressi – dice il numero 3 -, il mister ci ha dato grande serenità anche quando l’ambiente non era dei migliori. Se ho dovuto attendere tanto per giocare? L’allenatore sta dimostrando che c’è spazio per tutti: basta lavorare e farsi trovare pronti. Cosa mi ha detto Ranieri prima di entrare? Niente, vai là e mettiti esterno alto. Io ho solo cercato di fare quello che so fare. Quando non sai di giocare dal primo minuto non c’è tanta tensione, un attimo di pensiero ti viene prima di entrare, ma poi vai sereno. Già in allenamento ti senti se ci può stare dentro o no a questa categoria: io penso di poterci stare».

Questo sito web utilizza cookies tecnici e di terze parti, anche di analisi statistica, al fine di migliorare l’esperienza di navigazione e le funzionalità. I cookies di analisi possono essere trattati per finalità di profilazione da terze parti. Per avere maggiori informazioni e negare il consenso ai cookies clicca qui.

Se prosegui la navigazione mediante accesso ad altra area del sito o selezione di un elemento dello stesso (ad esempio di un’immagine o di un link) manifesti il tuo consenso all’uso dei cookies.