Brentan, un blucerchiato formato Mondiale: «Ricorderò per sempre l’avventura con l’Under 17»

Partecipare ad un Mondiale è una cosa che non capita a tutti. Anche se il Mondiale in questione non è quello dei grandi ma l’edizione dedicata agli Under 17. Michael Brentan è uno di quelli che potrà raccontarlo ai propri figli. Il centrocampista blucerchiato ha fatto parte con grande orgoglio della spedizione italiana che ha raggiunto i quarti di finale in Brasile. «Indossare la maglia dell’Italia è un onore – dice fiero il classe 2002 -, peccato essere usciti, ma mi ricorderò per sempre di questa avventura. Troppo bello entrare in uno stadio davanti a 15.000 persone».

Primavera. «Ho portato con me molti ricordi dal Brasile – rivela Brentan -, ma il più bello e il più importante è la maglia della Nazionale con il mio nome sopra. L’ho regalata a mio papà, perché potesse appenderla in ufficio». Ora però c’è da riprendere un discorso aperto: quello del campionato Primavera. «Siamo partiti con alti e bassi – conclude -, ma abbiamo un obiettivo comune e vogliamo centrarlo».

Questo sito web utilizza cookies tecnici e di terze parti, anche di analisi statistica, al fine di migliorare l’esperienza di navigazione e le funzionalità. I cookies di analisi possono essere trattati per finalità di profilazione da terze parti. Per avere maggiori informazioni e negare il consenso ai cookies clicca qui.

Se prosegui la navigazione mediante accesso ad altra area del sito o selezione di un elemento dello stesso (ad esempio di un’immagine o di un link) manifesti il tuo consenso all’uso dei cookies.