Di Stefano, calcio e famiglia: «Mascara un maestro, mio fratello Davide un modello»

Sa quello che vuole, il bomber dell’U18. Lavora sodo, con passione, per provare a realizzare il sogno che coltiva fin da bambino: giocare in Serie A. Lorenzo Di Stefano è un centravanti, arrivato alla Sampdoria lo scorso gennaio dal Catania, club della sua città, e subito protagonista con 7 gol in 9 partite nel campionato U17. «A spostarmi da mezzala al centro dell’attacco è stato Giuseppe Mascara, mio allenatore in rossazzurro ai tempi dell’U15 – racconta al media ufficiale -. Non ero d’accordo ma è stata la mia fortuna: doppietta la prima partita e a fine campionato le reti furono 37: è grazie a lui se adesso sono qui».

Famiglia. «Mio fratello Davide è il mio modello – prosegue -, anche lui ha giocato nel Catania e mi riempie sempre di attenzioni e consigli. Mi piacerebbe assomigliare a Immobile, un attaccante che ammiro molto ma in prima squadra ho un altro grande esempio, Quagliarella: lui è tra i più forti al mondo. Il mio obiettivo? Contribuire con i gol a disputare una stagione importante e un giorno esordire a Marassi per dare una gioia a mio padre e a tutta la mia famiglia che ha fatto tanti sacrifici per me».

Questo sito web utilizza cookies tecnici e di terze parti, anche di analisi statistica, al fine di migliorare l’esperienza di navigazione e le funzionalità. I cookies di analisi possono essere trattati per finalità di profilazione da terze parti. Per avere maggiori informazioni e negare il consenso ai cookies clicca qui.

Se prosegui la navigazione mediante accesso ad altra area del sito o selezione di un elemento dello stesso (ad esempio di un’immagine o di un link) manifesti il tuo consenso all’uso dei cookies.