Duncan chiama a raccolta i tifosi: «Sabato uno stadio tutto blucerchiato»

La prima volta non si scorda mai. Anche se di mezzo tra lui e la prima marcatura blucerchiata c’è stato un legno – il secondo dopo il montante di San Siro -, Alfred Duncan può finalmente alzare gli indici al cielo, ha segnato pure lui: «Ho provato da inizio anno, ma questa volta mi è capitata l’occasione buona. I miei compagni mi hanno sempre stimolato in questo senso e mi hanno anche aiutato a segnare».

Tuttofare. 4-1, di fatto la pietra tombale sulla gara. «Dopo il rigore sembrava una partita ancora aperta – ammette il tuttofare ghanese -, ma io l’ho chiusa. Eravamo più tranquilli». Ora però viene il bello. «Con la Lazio sarà difficile – avverte -, fondamentale per la corsa all’Europa. Abbiamo però un obiettivo importante da raggiungere e ci teniamo. Screzi con Di Natale per la mia esultanza? Non sapevo ci fossero i loro tifosi, ma volevo festeggiare il gol. A proposito di tifosi, sabato mi piacerebbe vedere uno stadio tutto blucerchiato: abbiamo bisogno di tutto il loro calore».

Questo sito web utilizza cookies tecnici e di terze parti, anche di analisi statistica, al fine di migliorare l’esperienza di navigazione e le funzionalità. I cookies di analisi possono essere trattati per finalità di profilazione da terze parti. Per avere maggiori informazioni e negare il consenso ai cookies clicca qui.

Se prosegui la navigazione mediante accesso ad altra area del sito o selezione di un elemento dello stesso (ad esempio di un’immagine o di un link) manifesti il tuo consenso all’uso dei cookies.