U.C. Sampdoria Sampdoria logo

La Samp si ferma a Reggio Emilia, Politano salva il Sassuolo

News

La Samp si ferma a Reggio Emilia, Politano salva il Sassuolo

Si ferma con tutta probabilità sulla via Emilia la corsa europea della Sampdoria. Il Sassuolo vince con il minimo sforzo e chiude il discorso salvezza a due giornate dalla fine. Giornate che rischiano di contare poco per i blucerchiati di Giampaolo, attardati di sei lunghezze dal sesto posto occupato dal Milan, cinque dall’Atalanta settima e tre dalla Fiorentina ottava.

Allarme. Nonostante qualche acciacco di troppo, il mister sceglie in blocco l’undici che ha schiantato il Cagliari: Praet resta sulla trequarti mentre capitan Quagliarella staziona sul fronte offensivo con Kownacki. Di azioni d’attacco, però, al “Mapei Stadium” di Reggio se ne vedono poche. È il Sassuolo, dal canto suo, ad avvicinarsi al bersaglio grosso al 27′, quando Viviano si oppone ad una conclusione ravvicinata di Berardi e Andersen respinge il secondo tentativo di Sensi. I blucerchiati faticano a rendersi pericolosi, dall’altra parte Adjapong (32′), Duncan (41′) e ancora Adjapong (44′) tengono in allarme Viviano.

Dura. Lo 0-0 con cui si chiude la prima frazione induce Giampaolo a cambiare all’intervallo: fuori Barreto, dentro Ramírez e Praet arretra in mediana. Ma la solfa non cambia. E Viviano, al 19′, deve volare su un missile di Politano in controbalzo per tenerci in piedi. Due minuti più tardi tocca a Caprari, mandato nella mischia al posto di Quagliarella, completare la staffetta tra punte a mezzo servizio. Ma la punta più in palla si riconferma Politano, spietato al 23′ nel battere Viviano dopo un assist di Duncan. Si fa dura per la Samp, imbrigliata tra le maglie neroverdi e incapace di creare grattacapi a Consigli.

Sud. La mossa della disperazione si chiama Stijepovic, diciottenne montenegrino al debutto assoluto in prima squadra. Niente da fare, si torna a casa sconfitti ma applauditi dalla Sud in formato trasferta. Bisognerà comunque ripagare questi tifosi: crederci e impegnarsi fino in fondo per loro. Nel calcio, del resto, non bisogna mai dare nulla per scontato.

Sassuolo      1
Sampdoria 0
Reti: s.t. 23′ Politano.
Sassuolo (3-5-2): Consigli; Lemos, Acerbi, Dell’Orco (20′ p.t. Peluso); Adjapong, Missiroli, Sensi, Duncan, Rogerio; Berardi (43′ s.t. Ragusa), Politano (29′ s.t. Babacar).
A disposizione: Pegolo, Magnanelli, Mazzitelli, Biondni, Matri, Pierini, Frattesi, Cassata, Letschert.
Allenatore: Iachini.
Sampdoria (4-3-1-2): Viviano; Bereszynski, Silvestre, Andersen, Sala; Barreto (1′ s.t. Ramírez), Torreira, Linetty; Praet (40′ s.t. Stijepovic); Quagliarella (21′ s.t. Caprari), Kownacki.
A disposizione: Belec, Tozzo, Ferrari, Strinic, Regini, Verre, Capezzi.
Arbitro: La Penna di Roma 1.
Assistenti: Passeri di Gubbio e Mondin di Treviso.
Quarto ufficiale: Marinelli di Tivoli.
VAR: Calvarese di Teramo.
Assistente VAR: Di Liberatore di Teramo.
Note: ammoniti al 9′ s.t. Peluso e al 45′ s.t. Ramírez per gioco scorretto; recupero 2′ p.t. e 2′ s.t.; abbonati 5.202 (rateo 68.780 euro), paganti 5.281 (incasso 69.655 euro); terreno di gioco in buone condizioni.

altre news

Scopri gli abbonamenti 2022-23