U.C. Sampdoria Sampdoria logo

Primavera 1: orgoglio Samp, Verona ribaltato in dieci

News

Primavera 1: orgoglio Samp, Verona ribaltato in dieci

La Primavera ritrova la vittoria con l’Hellas Verona e festeggia con tre punti la chiusura del 2021. Lo fa con orgoglio e determinazione, resuscitando dallo 0-1 in dieci contro undici e mostrando carattere da vendere. Un’ultima dell’anno così c’era da sognarsela.

Orgoglio. Dopo una fase inziale di schermaglie, è il Verona la prima squadra ad affondare il colpo: Yeboah vince il corpo a corpo con Samotti, mette nel mirino l’angolo alto alla sinistra di Saio ed esplode un tiro imparabile. Al 19′ siamo sotto. Ma le cattive notizie non sono finite qui: l’incontenibile Yeboah costringe Aquino al cartellino giallo, che diventa rosso quando il capitano blucerchiato affonda Flakus Bosilj (31′). Potrebbe essere la pietra tombale sulla partita e invece i ragazzi di Tufano con orgoglio la riaprono: Malagrida crea scompiglio sulla destra, Terracciano libera in malo modo e Sepe infila all’angolino. A 7 minuti dalla fine del primo tempo, il risultato torna in parità.

Magistrale. Nella ripresa l’Hellas prova a far valer l’uomo in più, ma senza successo. Anzi, la prima opportunità del secondo tempo capita sui piedi di Samotti, che costringe Kivila ad usare i pugni. Dall’altra parte Yeboah è un pericolo costante, ma l’occasione più ghiotta capita sui piedi di Ebengue, che calcia alle stelle una palla avvelenata respinta dal palo alla destra di Saio. Per il Doria è un grande sospiro di sollievo. Tanto più che 3 minuti più tardi, al 32′, Trimboli tira fuori dal cappello una punizione magistrale dal limite: 2-1 e gialloblù ribaltati. I blucerchiati serrano le file e Saio fa due volte buona guardia su Bragantini (37′) e Caia (43′). Il finale è col fiato sospeso, ma vinciamo noi. L’anno si chiude con tre punti meritati e la classifica sorride.

Sampdoria         2
Hellas Verona   1
Reti: p.t. 19′ Yeboah, 38′ A. Sepe; s.t. 32′ Trimboli.
Sampdoria (3-4-1-2): Saio; Aquino, Samotti, Bonfanti; Somma, Trimboli, A. Sepe (20′ s.t. Bontempi), Migliardi; Malagrida; Polli (1′ s.t. Pozzato), Montevago.
A disposizione: Tantalocchi, Dolcini, Chilafi, Bianchi, Leonardi, Porcu, Gentile, Gaffi, Lika, Poli.
Allenatore: Tufano.
Hellas Verona (4-3-3): Kivila; Terracciano, Ebengue, Calabrese; Minnocci (32′ s.t. Caia), Turra (20 s.t. Florio), Gomez, Pierobon, Grassi (9′ s.t. Bragantini); Yeboah, Bosilj.
A disposizione: Boseggia, Patuzzo, Redondi, Verzini, Patanè, Colistra, Cisse, Cazzadoni.
Allenatore: Corrent
Arbitro: Calzavara di Varese.
Assistenti: Valente e De Angelis di Roma 2.
Note: espulso al 31′ p.t. Aquino per doppia ammonizione; ammoniti al 33′ p.t. Grassi, al 13′ s.t. Turra, al 20 s.t. Ebengue, 38′ s.t. Gomez per gioco scorretto, al 42′ s.t. Samotti per gioco scorretto; recupero 1′ p.t. e 4′ s.t., spettatori 150 circa; terreno di gioco in sintetico.

altre news

Scopri gli abbonamenti 2022-23