U.C. Sampdoria Sampdoria logo

Doppio Di Stefano: la Primavera riagguanta la SPAL

News

Doppio Di Stefano: la Primavera riagguanta la SPAL

Ancora una rimonta per la Sampdoria di Tufano, squadra che non muore davvero mai. Sotto di due reti con la SPAL, i blucerchiati non si arrendono e agguantano il pari in extremis sul sintetico del “3 Campanili” di Bogliasco. Mattatore di giornata Di Stefano, autore di una gran doppietta.

Sotto. La gara si mette subito in salita. Già al 9′ infatti, al primo vero affondo, gli ospiti trovano il vantaggio. Borsoi sfrutta un rimpallo con Villa e da posizione defilata disegna una parabola imprendibile per Saio. Il gol ci scuote e, rimboccandoci le maniche, proviamo ad alzare il baricentro per portare maggior pressione nella metà campo avversaria. Al 13′ Sepe non è fortunato: il suo destro dalla distanza è alzato in angolo da Rigon con l’aiuto della traversa. Restiamo in attacco e al 15′ è Pozzato a liberarsi ma la sua conclusione si spegne sull’esterno della rete. Al 27′ Bianchi reclama un rigore, l’arbitro lascia proseguire, così come al 37′ quando Di Stefano ha la peggio in uno scontro con Csinger. Chiudiamo in attacco, ma negli spogliatoi andiamo sotto di uno.

Doppietta. Ad inizio ripresa,Tufano inserisce Malagrida per Bianchi sulla corsia di sinistra per dare maggior freschezza ed imprevedibilità alla manovra offensiva. A trovare il guizzo giusto è però la SPAL, con Wilke Braams: al 10′ la girata del biancazzurro beffa Saio e vale il raddoppio che sembra mettere la parola fina alla contesa. Ma nel momento più difficile reagiamo da grande squadra e al 16′ accorciamo le distanze con Di Stefano, tempestivo a deviare di testa in rete un traversone di Somma. Tutto riaperto. I tentativi per riacciuffare il pari sono tanti: al 31′ Migliardi ci prova direttamente da piazzato. Poi è Sepe al 39′ a costringere alla deviazione Rigon. Il 2-2 arriva proprio in extremis, quando nell’ultimo minuto di recupero Di Stefano si avventa su un corner battuto da Sepe e corregge in fondo al sacco. Finisce così, tra gli abbracci dei ragazzi di Tufano, che festeggiano un punto ormai insperato.

Sampdoria 2
SPAL            2
Reti: p.t. 9′ Borsoi; s.t. 9′ Wilke Braams, 16′ e 50′ Di Stefano.
Sampdoria (3-5-2): Saio; Villa (47′ s.t. Samotti), Paoletti, Migliardi; Somma, Pozzato (17′ s.t. Leonardi), Yepes (47′ s.t. Bonavita), Sepe, Bianchi (1′ s.t. Malagrida); Montevago (39′ s.t. Catania), Di Stefano.
A disposizione: Tantalocchi, Zorzi, Bontempi, Saragò, Porcu, Musso.
Allenatore: Tufano
SPAL (3-4-3): Rigon; P. Saio, Breit, Csinger; Pabai, Mihai (44′ s.t. Bugaj)), Sperti (30′ s.t. Martini), Borsoi; Orfei (44′ s.t. Simonetta), Wilke Braams (30′ s.t. Traore), Noireau Dauriat (15′ s.t. Forapani).
A disposizione: Magri, Nador Folly, Fiori, Puletto, Boccia, Yabre.
Allenatore: Mandelli.
Arbitro: Djurdjevic di Trieste.
Assistenti: Nasti di Napoli e Ferraioli di Nocera Inferiore.
Note: ammoniti al 30′ p.t. Bianchi, al 34′ p.t. Paoletti, al 17′ s.t. Villa per gioco scorretto; recupero 2′ p.t. e 5′ s.t.; spettatori 150 circa; terreno di gioco in sintetico.

altre news

Scopri gli abbonamenti 2022-23