U.C. Sampdoria Sampdoria logo

Falcone: «Che emozione quelle parate nella mia città»

News

Falcone: «Che emozione quelle parate nella mia città»

A volte le cose arrivano così: all’improvviso. E allora può capitare che un inamovibile come Emil Audero debba alzare bandiera bianca e tu sia chiamato a sostituirlo. Nulla che spaventi un tipo come Wladimiro Falcone, che a Roma ha fatto il suo debutto nella Serie A TIM 2021/22. «Con il Torino, in Coppa Italia, ho rotto il ghiaccio – spiega il portiere classe 1995 -, per me era la prima stagionale e non mi capitava da tanto di giocare con i tifosi. Ero teso, è stata un’emozione giocare nella mia città con tanti parenti e amici a vedermi. Abbiamo preso un grandissimo punto, contro una grande squadra e in un grande stadio. La dedica va al presidente Ferrero: gli siamo vicini».

Parata. La serata per il numero 33 blucerchiato non è stata proprio una passeggiata, lo testimoniano tre interventi all’attivo. «Il migliore? La doppia parata su Zaniolo e Felix – ci pensa su Falcone -. Il tiro sembrava un po’ la maledetta, il pallone si muoveva e non ho respinto subito come volevo. Poi è finito sui piedi di Felix, ma ho cercato di chiudergli la porta e ci sono riuscito. Quando abbiamo preso gol non mi sono scoraggiato, ero fiducioso: secondo me l’abbiamo pareggiata meritatamente. Ora un po’ di stacco, questo risultato ci permette di goderci appieno queste feste e qualche giorno di vacanza».

altre news

Scopri gli abbonamenti 2022-23