Ramírez al massimo: «Che spavento sul rigore, però doppietta pesante»

Una serata così può cambiare una stagione. Ma Gastón Ramírez in realtà ha poco da chiedere di più a se stesso, soprattutto dopo  una che lo teletrasporta ad un passo dal record personale di gol in Serie A: 8. L’uruguayano con i due rigori del “Via del Mare” ha contribuito a fare nostri tre punti di piombo, un po’ come era successo all’andata con l’1-1 allo scadere. «Era importante fare risultato dopo le ultime tre sconfitte – comincia il numero 11 -, sapevamo che sarebbe stata una partita importante e uno scontro diretto. Per fortuna abbiamo fatto risultato, però bisogna ancora crescere: abbiamo tante partite e c’è bisogno di tutti».

Carica. C’è una persona che non ha mai mancato di credere in lui e quella persona siede in panchina. «Ranieri ha passione – risponde Gas -, trasmette tanto alla squadra e lui ci tiene carichi. È fondamentale per noi. Personalmente mi sento importante, percepisco la fiducia e questa è una cosa che ti fa stare bene. È il massimo per me. I rigori? Il primo l’ho calciato alto e mi sono spaventato sulla deviazione, ma il secondo era troppo difficile per il portiere. La salvezza? Quattro punti in più del Lecce non sono abbastanza per dirsi tranquilli, ora testa alla SPAL».

Questo sito web utilizza cookies tecnici e di terze parti, anche di analisi statistica, al fine di migliorare l’esperienza di navigazione e le funzionalità. I cookies di analisi possono essere trattati per finalità di profilazione da terze parti. Per avere maggiori informazioni e negare il consenso ai cookies clicca qui.

Se prosegui la navigazione mediante accesso ad altra area del sito o selezione di un elemento dello stesso (ad esempio di un’immagine o di un link) manifesti il tuo consenso all’uso dei cookies.