Ranieri: «Che peccato. Sbagliati gli ultimi quindici minuti, il Cagliari ci ha messo di più»

Difficile da commentare il ribaltone di Cagliari. Per tutti ma non per Claudio Ranieri, che ha visto comunque la Sampdoria così come l’avrebbe voluta, almeno fino alla mezzora del secondo tempo. «Abbiamo sbagliato gli ultimi 15 minuti – sottolinea il tecnico -. In area, laddove siamo stati leoni nel primo tempo, ci siamo persi. Siamo finiti troppo davanti al portiere, non abbiamo ostacolato l’uomo come avremmo dovuto. Peccato, peccato. È stata una gara bellissima, li avevamo chiusi. Proprio come abbiamo preparato, poi abbiamo sbagliato qualcosa. Rammarico? Aver preso il 3-2 con Ramírez a bordocampo».

Finale. Quagliarella è tornato, vedere per credere il tiro al volo che ha determinato la doppietta. «Erano diverse settimane che Fabio in allenamento trovava il gol – continua l’allenatore -, era questione di partite. Ho fiducia in lui, ha ripreso la sua forma fisica e mentale. Chi fa capocannoniere in Serie A non si dimentica come si segna. Il finale? Ci hanno messo quel qualcosa in più. State attaccati ai vostri uomini, glielo dico sempre ai miei, ma non è bastato. Forse è stata sbagliata anche la punizione nel recupero, quando eravamo sul pari. L’abbiamo calciata e poi sono venuti giù: da lì è nato tutto. È esperienza, questa. Facciamo mea culpa e ripartiamo»

.

Questo sito web utilizza cookies tecnici e di terze parti, anche di analisi statistica, al fine di migliorare l’esperienza di navigazione e le funzionalità. I cookies di analisi possono essere trattati per finalità di profilazione da terze parti. Per avere maggiori informazioni e negare il consenso ai cookies clicca qui.

Se prosegui la navigazione mediante accesso ad altra area del sito o selezione di un elemento dello stesso (ad esempio di un’immagine o di un link) manifesti il tuo consenso all’uso dei cookies.