#sempreconte, il recordman Santo: «Ai giovani tifosi auguro di vedere più partite di me»

Comincia con Santo il viaggio alla scoperta dei volti della campagna abbonamenti 2019/20. E per Santo Umberto Figuccia il claim #sempreconte non poteva che essere più azzeccato. Lui al fianco della Sampdoria c’è sempre stato, fin dal 12 agosto 1946 anzi, anche da prima. Nato a Palermo nel 1926, a Genova arrivò appena diciassettenne per raggiungere i genitori, migrati dalla Sicilia. Grazie ad un parente si avvicinò all’Andrea Doria che seguì fino al momento della fusione con la Sampierdarenese, per dare vita alla maglia più bella del mondo.

Record. «Aver prestato il mio volto alla Samp è stato un onore – racconta il tifoso nonché ex addetto al servizio campo -, parenti e amici quando mi hanno visto sui manifesti pubblicitari sono rimasti sorpresi e mi hanno fatto tanti complimenti. La prima formazione la ricordo bene: in porta c’era quel matto di Lusetti, poi Baldini e Gei, anche se i momenti più belli sono stati quelli con Mancini e Vialli, due campioni irripetibili. Ho visto tantissime partite ma la vita si è allungata e ai giovani auguro di battere il mio record di presenze».

Questo sito web utilizza cookies tecnici e di terze parti, anche di analisi statistica, al fine di migliorare l’esperienza di navigazione e le funzionalità. I cookies di analisi possono essere trattati per finalità di profilazione da terze parti. Per avere maggiori informazioni e negare il consenso ai cookies clicca qui.

Se prosegui la navigazione mediante accesso ad altra area del sito o selezione di un elemento dello stesso (ad esempio di un’immagine o di un link) manifesti il tuo consenso all’uso dei cookies.