Yoshida dona 10.000 mascherine agli ospedali genovesi e ai dipendenti Samp

La necessità è la madre dell’invenzione. Prendendo alla lettera un noto modo di dire del suo Paese, Maya Yoshida si è ingegnato per gli altri e, in una situazione di emergenza, ha dato prova della propria grande generosità. Il difensore ha infatti acquistato in Giappone 10.000 mascherine chirurgiche, le ha fatte recapitare a Genova e le ha donate all’U.C. Sampdoria. Se un quantitivo di 2.000 unità sarà messo a disposizione dei dipendenti blucerchiati e della squadra, le restanti 8.000 saranno distribuite tra gli ospedali cittadini “Galliera” e “Villa Scassi” ed altri enti già individuati dalla società.

Questo sito web utilizza cookies tecnici e di terze parti, anche di analisi statistica, al fine di migliorare l’esperienza di navigazione e le funzionalità. I cookies di analisi possono essere trattati per finalità di profilazione da terze parti. Per avere maggiori informazioni e negare il consenso ai cookies clicca qui.

Se prosegui la navigazione mediante accesso ad altra area del sito o selezione di un elemento dello stesso (ad esempio di un’immagine o di un link) manifesti il tuo consenso all’uso dei cookies.