Primavera, vittoria e sorpasso: Baumgartner piega la Fiorentina

La Sampdoria Primavera torna a sorridere e lo fa in una partita fondamentale. Dopo il k.o. con la Lazio e il pari in casa dell’Hellas Verona, i ragazzi di Ciccio Pedone superano con merito, seppur di misura, la Fiorentina al “Garrone” di Bogliasco grazie ad un rigore trasformato da Baumgartner e la scavalcano in classifico portandosi al secondo posto, a quota 41 punti.

Errore. I blucerchiati iniziano con il freno a mano tirato, crescono con il passare dei minuti ma sprecano l’opportunità per sbloccare il risultato già nella prima frazione. Al 13’ Illenas ferma istintivamente con il braccio una conclusione di Balde e l’arbitro assegna il penalty. Sul dischetto va Cioce, ma Cerofolini intuisce la conclusione del capitano e in tuffo fa sua la sfera.

Cambi. La ripresa inizia così come si era chiusa la prima frazione: con il Doria alla ricerca del vantaggio e i viola pericolosi in contropiede. Al 27’ Vrioni raccoglie un lancio di Tessiore dalla destra e con il mancino calcia su Cerofolini che blocca in due tempi fa. Due minuti più tardi Pedone prova a dare maggior freschezza alla manovra inserendo Gabbani al posto di Cioce con l’avanzamento di Criscuolo a supporto del tandem offensivo, in cui Cuomo entra al posto di Vrioni per affiancare Balde.

Vantaggio. Mosse che fruttano il vantaggio. Proprio Criscuolo al 33’ scambia con Cuomo e una volta in area viene steso da Militari. Anche questa volta Maggioni è a due passi ed assegna il secondo tiro dagli undici metri alla Samp, ammonendo l’autore del fallo. Questa volta sul dischetto va Baumgartner che spiazza Cerofolini e porta in vantaggio i blucerchiati.

Festa. Nel finale gli animi si surriscaldano. Il tecnico gigliato Guidi viene allontanato dal campo per proteste, la Fiorentina si riversa in avanti e in contropiede il Doria sfiora il raddoppio con il neoentrato Curito. Allo scadere del recupero Cioce e compagni possono far festa: la Sampdoria è tornata e da lunedì preparerà l’ennesimo big-match: venerdì 10 marzo ad attenderla “Vismara” ci sarà il Milan.

Sampdoria 1
Fiorentina 0
Rete: s.t. 37’ Baumgartner rig.
Sampdoria (4-3-1-2): Krapikas; Oliana, Pastor, Leverbe, Tissone; Tessiore, Criscuolo (42’ s.t. Curito), Baumgartner; Cioce (28’ s.t. Gabbani); Balde, Vrioni (28’ s.t. Cuomo).
A disposizione: Cavagnaro, Piccardo, Amuzie, Gilardi, De Nicolo, Romei, Testa, Gomes Ricciulli.
Allenatore: Francesco Pedone.
Fiorentina (4-4-2): Cerofolini; Scalera, Illenas (40’ s.t. Gori), Chrzanowski, Pinto; Perez, Militari (39’ s.t. Faye), Valencic, Caso (18’ s.t. Sottil), Mlakar, Castrovilli.
A disposizione: Ghidotti, Benedetti, Ferigra, Mosti, Baroni, Belotti, Trovato, Ranieri.
Allenatore: Federico Guidi.
Arbitro: Maggioni di Lecco.
Assistenti: Mokhtar di Lecco e Zaninetti di Voghera.
Note: espulso al 45’ s.t. Guidi per proteste; ammoniti al 24’ p.t. Pinto, all’11’ s.t. Chrzanowski, al 36’ s.t. Militari, 45’ s.t. Leverbe per gioco scorretto; recupero 1’ p.t. e 3’ s.t.; spettatori 150; terreno di gioco in sintetico.

Questo sito web utilizza cookies tecnici e di terze parti, anche di analisi statistica, al fine di migliorare l’esperienza di navigazione e le funzionalità. I cookies di analisi possono essere trattati per finalità di profilazione da terze parti. Per avere maggiori informazioni e negare il consenso ai cookies clicca qui.

Se prosegui la navigazione mediante accesso ad altra area del sito o selezione di un elemento dello stesso (ad esempio di un’immagine o di un link) manifesti il tuo consenso all’uso dei cookies.