Quagliarella storico: «Vittoria importantissima e record personale: ho segnato a tutta la A»

Più in alto delle nuvole. Fabio Quagliarella vola. A dispetto della carta di identità. Con la doppietta di oggi Quaglia ha segnato a tutte le squadre di Serie A e regalato tre punti chiave alla Sampdoria. Il suo record personale di reti in un singolo torneo poi è ad un passo: 12 contro 13. «Il successo di oggi è importantissimo – comincia il bomber, in esclusiva Samp TV -, lo cercavamo da tanto tempo. Sbloccarla era difficile, c’è voluto un calcio di rigore. Però desideravamo tornare a vincere più di ogni altra cosa».

Rigore. Il gol spacca-partita è arrivato dagli undici metri. Può sembrare facile segnare da lì, ma non lo è. «Sotto la Sud non potevo sbagliarlo – dice con un sorriso beffardo il capitano blucerchiato -. Quando mi sono avvicinato la porta si era rimpicciolita, ma non mi è importato. Il raddoppio? Grande merito va a Kownacki, che mi ha dato una palla da grande giocatore».

Marcature. Ora il puzzle è completo. La punta ha bucato ogni rete: da quella dell’Atalanta a quella dell’Udinese, in rigoroso ordine alfabetico. «È una bella soddisfazione – conclude il veterano, ora a quota 120 marcature nel campionato italiano -, ho scritto una piccola riga di storia ed è una di quelle cose che non possono che fare piacere».