Strutture

La sede: Corte Lambruschini

La sede dell’U.C. Sampdoria, sita nella Torre B di Piazza Borgo Pila 39, all’interno di uno moderni grattacieli che compongono corte Lambruschini, è stata fortemente voluta dal presidente Riccardo Garrone, il quale, a partire dal dicembre 2002, ha inteso regalare una nuova impronta di funzionalità e comodità al centro operativo della società blucerchiata.

La sede, che si estende per circa 700 metri quadri è stata realizzata in chiave moderna con ogni tipo di tecnologia utile per l’operatività del singolo. L’intervento è stato concretizzato con l’obiettivo di dare un’immagine dinamica basata sul concetto dell’idea e lavorando molto sulla cromaticità dei colori di sfondo.

Nella sede spiccano soprattutto l’ampio ingresso con giochi d’acqua e colori vivaci che, insieme a quattro monitor, intrattengono il visitatore occasionale. Gli uffici, luminosi, spaziosi e dotati di ogni strumento di lavoro necessario, si estendono su un lungo corridoio abbellito da elementi decorativi fiori che ne fanno risaltare la profondità.

Un’importanza rilevante riveste la sala video, dotata di una decina di televisori e decoder, in cui è possibile registrare e monitorare la gran parte dei campionati calcistici internazionali. La sala consiglio inoltre è dotata anch’essa di quattro monitor più un video proiettore per le video conferenze e centralmente vi è posizionato un tavolo che dà lustro all’intero ambiente.

Stadio Luigi Ferraris

Quando nel 1987 iniziarono i lavori di demolizione del vecchio stadio “Luigi Ferraris”, i genovesi non si dimostrarono subito entusiasti della decisione del Comune di snaturare completamente la struttura di un impianto che, seppur vetusto (fu inaugurato nel 1911) e inadeguato ad ospitare le partite dei Mondiali “Italia ’90”, aveva rappresentato sino ad allora una sorta di monumento sportivo cittadino.

Realizzato in due anni e due mesi (dal luglio 1987 al settembre 1989) è stato demolito e ricostruito in fasi alterne senza compromettere le stagioni calcistiche in corso. La caratteristica che rende il “Ferraris” assai particolare è prima di tutto la sua localizzazione decisamente urbana.

Sorto nel tessuto di un quartiere molto denso, quello di Marassi, si tratta di uno stadio di città perché la città gli sta intorno, lo stringe, sempre presente nei suoi numerosi problemi di spazio, di viabilità, di servizi. Il disegno all’inglese presenta le tribune lungo i lati del campo e sostituisce le curve di gradinata con quattro torri, alte 44 metri da terra.

Stadio Comunale “Luigi Ferraris” corso A. De Stefanis – 16139 – Genova, Italia
Telefono: 010.8392431
Capienza: 36.348
Dimensioni del campo: 106 x 63 m

Centro sportivo “Gloriano Mugnaini”

Voluto fortemente da Paolo Mantovani e inaugurato il 14 febbraio 1980, il Centro Sportivo “Gloriano Mugnaini” sorge sulle alture di Bogliasco, comune genovese e della Riviera ligure di levante. Il centro sportivo è dotato di tutte le attrezzature necessarie per un’adeguata e specifica preparazione degli impegni agonistici di una squadra professionistica. Il centro è dotato di due campi in erba: il principale, circondato da una pista d’atletica, e il superiore.

All’interno della palazzina, due spogliatoi: uno semicircolare per la prima squadra e uno più piccolo, più le stanze per i tecnici, i massaggiatori e i magazzinieri. Accanto, ecco le docce con vasche idromassaggio e sauna. La sala medica, ampia e confortevole, è dotata di tutte le più sofisticate apparecchiature per le esigenze sanitarie dei giocatori. Esternamente si trova la stanza dove si custodiscono e si lustrano le scarpe da gioco. La palestra, dotata delle migliori e più moderne attrezzature per il potenziamento muscolare, è situata all’esterno in una tensostruttura di 140 metri quadrati.

I giornalisti hanno invece a loro disposizione un terrazzo coperto dove possono comodamente seguire gli allenamenti ed effettuare le interviste di rito. Sempre al piano superiore, oltre ad un altro spogliatoio, sono presenti un ufficio, un salottino relax ed una sala video-riunioni a disposizione della squadra, dello staff tecnico e della stampa. Negli stessi piani superiori la Sampdoria ha dunque creato un moderno e validissimo centro sportivo che offre alla squadra la possibilità di preparare le partite nel miglior modo possibile.

Gloriano Mugnaini, medico ammirato e stimato da molti per l’abnegazione usata nell’assistere anche i più indigenti, era entrato nel mondo dello sport negli anni ’50 grazie all’U.S. Rivarolese. Dopo una lunga esperienza come membro della commissione giudicante della F.I.G.C., si era dedicato anima e corpo all’organizzazione del tifo blucerchiato diventando presidente della Federazione dei Clubs. Esemplare sportivo, uomo buono e leale, animatore instancabile di ogni iniziativa sampdoriana, scomparve proprio agli inizi del fantastico periodo della presidenza di Paolo Mantovani, a cui il nome di Mugnaini sembrò essere quello significativo cui dedicare l’importante struttura bogliaschina.