Viviano: «Bilancio più che positivo: la Samp ha un’identità tutta sua»

«Siamo in ballo, ora balliamo». In pista c’è la Sampdoria. E c’è anche grazie alle parate di Emiliano Viviano, che hanno tenuto in piedi la nostra ballerina preferita prima che capitan Quagliarella ci regalasse i tre punti, affossando la SPAL nel finale. «Trenta punti con una gara ancora da recuperare, il nostro bilancio non può che essere ottimo – tira le somme il numero 2 -. Quello che più importa però è che la squadra abbia acquisito un suo modo di essere che si mantiene costante partita dopo partita. Anche quando i risultati non ci hanno soddisfatto, le prestazioni c’erano».

Crescita. Oggi i guantoni di Vivio sono risultati decisivi. «Il portiere è lì per quello – sorride -, i meriti vanno alla squadra. C’è voluta anche un pizzico di fortuna, ma è andata bene. Quagliarella? È determinante. Ha lo spirito del campione». Chiuso il girone d’andata, un altro anno va agli archivi. «La Samp nel 2017 è cresciuta molto – racconta -, c’è stata una continua ricerca di identità, che si rafforza ogni giorno».

Questo sito web utilizza cookies tecnici e di terze parti, anche di analisi statistica, al fine di migliorare l’esperienza di navigazione e le funzionalità. I cookies di analisi possono essere trattati per finalità di profilazione da terze parti. Per avere maggiori informazioni e negare il consenso ai cookies clicca qui.

Se prosegui la navigazione mediante accesso ad altra area del sito o selezione di un elemento dello stesso (ad esempio di un’immagine o di un link) manifesti il tuo consenso all’uso dei cookies.