Academy: manita U16 al Torino, pareggi di carattere per U17 e U15

Una vittoria, due pareggi e una sconfitta. Questo l’esito domenicale delle gare che hanno visto impegnate le quattro formazioni giovanili blucerchiate impegnate nei campionati nazionali.

U18. Trasferta amara in casa del Sassuolo per l’U18 che perde 3-2 pagando cara l’espulsione di Aquino dopo mezzora di gioco. Eppure i ragazzi di Tufano avevano iniziato con il piede giusto al “Ricci”, portandosi 1-0 con Trimboli (5′). Il vantaggio viene neutralizzato su rigore da Laghi (31′) e ribaltato da Ripamonti (37′). Barano al 25′ fa tris per i neroverdi prima che Trimboli realizzi dal dischetto, al minuto 34′, il secondo ininfluente gol doriano e personale.

U17. Prova di carattere dell’U17, che a Roma, contro la Lazio, rimonta per ben due volte malgrado l’inferiorità numerica (rosso a Canovi nella seconda frazione). Al “Green Club” Riosa porta avanti i biancocelesti al 13′, Paoletti alla mezzora fa pari e patta. Manzo mostra ancora i muscoli firmando il 2-1, ma Malagrida ad un passo dal triplice fischio rimette le cose a posto. Mister Pastorino può ritenersi soddisfatto, punto guadagnato con le unghie e con i denti.

U16. Manita dell’U16 di Ambrosi con il Torino. I blucerchiati danno spettacolo nel pomeriggio del “Garrone” di Bogliasco, reagendo in bello stile al vantaggio granata segnato da Maniscalco al 4′. Polli fa 1-1 al 17′, poi Pozzato va a segno siglando il sorpasso al 31′. Tozaj fa 3-1 al 24′ della ripresa, prima che Polli (38′) e Pozzato (42′) mettano a referto le rispettive doppiette, chiudendo in bellezza la loro domenica.

U15. Scoppiettante 3-3 sempre tra Samp e Torino e sempre al “Garrone”, ma nella categoria U15. La banda di Alessi va avanti con Leonardi (6′), ma Giammaglichella (22′) e Ceica (26′) rovesciano il parziale prima dell’intervallo. Brocchello arrotonda ancora al 35′: al riposo siamo indietro di due reti. Ma Mane la riapre subito dopo appena 4 minuti dal rientro in campo. I granata temono il pareggio, che si concretizza al 37′ grazie a Leonardi (bis per lui), che sfrutta al meglio l’uomo in più, dovuto all’allontanamento di Albertario.

Questo sito web utilizza cookies tecnici e di terze parti, anche di analisi statistica, al fine di migliorare l’esperienza di navigazione e le funzionalità. I cookies di analisi possono essere trattati per finalità di profilazione da terze parti. Per avere maggiori informazioni e negare il consenso ai cookies clicca qui.

Se prosegui la navigazione mediante accesso ad altra area del sito o selezione di un elemento dello stesso (ad esempio di un’immagine o di un link) manifesti il tuo consenso all’uso dei cookies.