Ciao Ricky: la Sampdoria piange un grande tifoso

A volte è doveroso fare delle eccezioni. Riccardo, per tutti Ricky, lo merita davvero. Riccardo aveva 18 anni ed era un tifoso speciale. Era un piccolo grande eroe del quotidiano, abituato fin dai primi anni di vita a combattere con la malattia che ne aveva indebolito la vista e condizionato i movimenti. Malattia che però, malgrado le numerose difficoltà, non era riuscita a scalfirne la gioia di vivere, la passione per la musica e, soprattutto, l’immenso amore per la sua Sampdoria.

Una tragedia, ieri sera, lo ha portato via alla famiglia, agli amici più cari e a tutto l’ambiente blucerchiato che lo accoglieva spesso al “Mugnaini” di Bogliasco, con affetto e tenerezza, facendolo sentire a casa, come fosse uno di noi. Ecco: Riccardo era uno di noi. E oggi, senza di lui, senza la sua simpatia e la sua bontà, ci sentiamo tutti un po’ più soli. Ciao Ricky, non ti dimenticheremo.

Il presidente Massimo Ferrero e tutta la società porgono le più sentite condoglianze alla famiglia.

Questo sito web utilizza cookies tecnici e di terze parti, anche di analisi statistica, al fine di migliorare l’esperienza di navigazione e le funzionalità. I cookies di analisi possono essere trattati per finalità di profilazione da terze parti. Per avere maggiori informazioni e negare il consenso ai cookies clicca qui.

Se prosegui la navigazione mediante accesso ad altra area del sito o selezione di un elemento dello stesso (ad esempio di un’immagine o di un link) manifesti il tuo consenso all’uso dei cookies.