Invernizzi e lo stop: «Giusto fermarsi ma anche a casa alleniamo corpo e mente»

Il Coronavirus-COVID-19 ha bloccato la stagione sportiva dell’Academy. Una stagione che si stava rivelando ottima per la maggior parte delle formazioni blucerchiate – dalla Primavera in piena zona playoff all’U15, passando per l’U18 seconda in classifica – ma che si è dovuta arrestare per via dell’emergenza nazionale.

Inattività. La Sampdoria ha tuttavia deciso di non fermarsi totalmente, cercando di sopperire a questa forzata inattività con iniziative e programmi tesi a preparare i giovani tesserati a ricalcare i campi da gioco. Lavori fisici ma non solo per questa sorta di smart working a cui si stanno dedicando i piccoli blucerchiati.

Stimoli. «È stato giusto fermarsi – sottolinea Giovanni Invernizzi, responsabile del Settore Giovanile -, ma abbiamo cercato di non farlo in maniera totale: gli allenatori e i relativi staff tecnici sono in contatto giornaliero con i ragazzi e, oltre a proporre esercizi atletici alternativi, li stimolano anche attraverso video, relazioni, questionari e, per i più piccini, anche giochi e quiz».

Questo sito web utilizza cookies tecnici e di terze parti, anche di analisi statistica, al fine di migliorare l’esperienza di navigazione e le funzionalità. I cookies di analisi possono essere trattati per finalità di profilazione da terze parti. Per avere maggiori informazioni e negare il consenso ai cookies clicca qui.

Se prosegui la navigazione mediante accesso ad altra area del sito o selezione di un elemento dello stesso (ad esempio di un’immagine o di un link) manifesti il tuo consenso all’uso dei cookies.