U.C. Sampdoria Sampdoria logo

Primavera, doppietta di Di Stefano: la Samp pareggia a Cagliari

News

Primavera, doppietta di Di Stefano: la Samp pareggia a Cagliari

Partita dai due volti tra Sampdoria e Cagliari. Ad Asseminello blucerchiati e rossoblù danno vita ad una sfida piena di colpi di scena, che si conclude sul 2-2. I nostri danno il meglio nel lato A dei 90 minuti, facendosi poi rimontare nella seconda frazione. Peccato: l’opportunità di scavalcare i diretti avversari in classifica era ghiotta, ma i doriani restano comunque in piena bagarre per un posto nei playoff del Primavera 1 TIMVISION. Fare punti con una squadra così attrezzata come quella sarda, ora la seconda forza del campionato, non dà solo prestigio, ma certifica ancora di più quanto di buono stanno facendo i ragazzi di Tufano, sempre coinvolti nella lotta al vertice.

Lato A. La prima occasione è nostra: al 6′, Di Stefano taglia alle spalle dei difensori e si presenta davanti a D’Aniello, che in due tempi salva lo 0-0. L’attaccante si mangia le mani. Un po’ come succede a Masala al 13′, quando Saio respinge con il corpo il suo mancino al volo. Al 25′ il Doria rischia ancora: su un corner dalla sinistra di Conti, Palomba anticipa tutti senza però riuscire ad inquadrare la porta. Come invece fa Tramoni, al 28′, quando Saio deve allungarsi in angolo per evitare il peggio. Non può nulla invece D’Aniello sul destro al fulmicotone di Di Stefano, che infila il pallone laddove il portiere proprio non può arrivare. È la mezzora e la Samp ha messo la freccia. Ha del clamoroso però quello che succede nel primo minuto di recupero: su una palla restituita per fair play da Montevago a Obert, il rossoblù tocca male per D’Aniello che pasticcia e concede a Di Stefano la più facile delle doppiette (12° centro stagionale). Qualche superflua polemica sul raddoppio, ma il primo tempo si chiude 2-0 per noi.

Lato B. Conservare il vantaggio non sarà facile e lo si capisce fin da subito: al 6′ però Saio è vigile su Tramoni e difende con efficacia. La risposta blucerchiata è sull’asse Montevago-Pozzato-Paoletti, con quest’ultimo che calcia fuori di un metro buono. Sviluppo perfetto, conclusione molto meno. Il Cagliari però è vivo, come dimostra Palomba, che raccoglie una respinta di Saio sull’ennesima sortita di Tramoni e fa 1-2. È il 12′ e ci sarà da sudare. Concetto sottolineato a pennarello da Kourfalidis, che strappa sulla trequarti fa fuori mezza squadra avversaria e fulmina Saio (22′). Per la Samp è tutto da rifare. L’autore del pari ci riprova al 34′: Saio questa volta oppone i pugni. Le sostituzioni non cambiano l’inerzia del match, che nel finale pende tutto dalla parte dei padroni di casa. Aspetto confermato anche dall’ultima chance, che capita sul mancino di Luvumbo. Buon per noi che Saio sia sul pezzo. Finisce così, senza vincitori né vinti. Il prossimo appuntamento in calendario è fissato lunedì pomeriggio al “3 Campanili” di Bogliasco: avversario di turno il Torino.

Cagliari       2
Sampdoria 2
Reti: p.t. 29′ e 46′ Di Stefano; s.t. 12’ Palomba,  22′ Kourfalidis.
Cagliari (4-3-2-1): D’Aniello; Sulis (31′ s.t. Zallu), Palomba, Obert, Noah; Kourfalidis, Conti (31′ s.t. Carboni), Cavuoti; Tramoni, Masala (3′ s.t. Pulina); Yanker (25′ s.t. Luvumbo).
A disposizione: Fusco, Iovu, Delpupo, Corsini, Carboni, Caddeo, Schirru, Murru, Secci.
Allenatore: Agostini.
Sampdoria (4-4-2): Saio; Somma (19′ s.t. Sepe), Villa, Bonfanti (35′ s.t. Bianchi), Migliardi; Malagrida (35′ s.t. Polli), Paoletti, Yepes, Pozzato (30′ s.t. Bontempi); Montevago, Di Stefano.
A disposizione: Tantalocchi, Samotti, Dolcini, Chilafi, Leonardi, Porcu, Bonavita, Musso.
Allenatore: Tufano.
Arbitro: Cherchi di Carbonia.
Assistenti: Bahri di Sassari e Collu di Ostistano.
Note: ammoniti al 28′ s.t. Cavuoti, al 29′ s.t. Montevago, al 39′ s.t. Bianchi, al 43′ s.t. Villa per gioco scorretto; al 47′ s.t. Paoletti per comportamento non regolamentare; recupero 2′ p.t. e 5′ s.t.; spettatori 200 circa; terreno di gioco in buone condizioni.

altre news

Scopri gli abbonamenti 2022-23