U.C. Sampdoria Sampdoria logo

Derby amaro per la Primavera: blucerchiati superati di misura

News

Derby amaro per la Primavera: blucerchiati superati di misura

Derby amaro per la Primavera, sconfitta di misura al “3 Campanili” di Bogliasco dopo essere rimasta in inferiorità numerica al 31′ del secondo tempo in seguito all’espulsione di capitan Yepes.

Scontro. La stracittadina si apre subito con un scontro aereo tra Migliardi e Kallon, con l’attaccante rossoblù che riporta la peggio ed è costretto ad abbandonare il terreno di gioco, lasciando spazio al compagno Ambrosini. Per il doriano invece una vistosa bendatura al capo, che gli permette di proseguire la gara. Al 20′ ci prova Di Stefano a sbloccare la contesa in acrobazia ma la sua rovesciata si perde sul fondo. La risposta ospite non si fa attendere ma Saio al 27’ è reattivo sul tentativo di Macca. Quattro giri d’orologio più tardi (31′) è Besaggio a trovare la via della rete ma a gioco fermo per un fallo dello stesso capitano rossoblù su Bonfanti. Al 45′ Yepes commette fallo su Macca ed è il primo a finire nella lista dei cattivi. Dopo cinque minuti di recupero, si torna negli spogliatoi sul parziale di 0-0.

Battuti. Tufano lascia Bianchi e Di Stefano negli spogliatoi e al rientro in campo inserisce Pozzato e Chilafi. Al 3’ è ancora Saio protagonista con un intervento in due tempi sul destro da fuori di Besaggio che ci consente di mantenere la porta inviolata. Solo per pochi minuti però, perché al 6′ Bonfanti viene strattonato da Ambrosini, l’arbitro lascia correre e l’attaccante rossoblù trova il rasoterra vincente che batte Saio. Siamo sotto. La gara resta però equilibrata e al 18′ Montevago sfiora il palo con una girata aerea su traversone di Migliardi. Al 21′ scocca l’ora di Sepe e Leonardi che rilevano Bonavita e Malagrida ma nonostante la spinta costante non riusciamo a sfondare il muro rossoblù. Al 31′ Yepes, già ammonito, stende Besaggio sulla trequarti e l’arbitro estrae il secondo giallo, quindi il cartellino rosso e ci lascia in dieci. Nonostante l’uomo in meno, ci proviamo sino all’ultimo dei cinque minuti di recupero ma il risultato non cambia più: usciamo battuti. Da lunedì testa all’Empoli, prossimo avversario domenica 10 aprile.

Sampdoria 0
Genoa          1
Rete: s.t. 6′ Ambrosini.
Sampdoria (3-5-2): Saio; Villa, Bonfanti, Migliardi; Somma, Malagrida (21′ s.t. Leonardi), Yepes, Bonavita (21′ s.t. Sepe), Bianchi (1′ s.t. Pozzato); Montevago (37′ s.t. Polli), Di Stefano (1′ s.t. Chilafi).
A disposizione: Tantalocchi, Samotti, Bontempi, Dolcini, Porcu, Musso, Conti.
Allenatore: Tufano.
Genoa (5-3-1-1): Mitrovic; Nesci (41′ s.t. Vassallo), Marcandalli, Gjini, Calvani, Boci; Sadiku, Sahli (41′ s.t. Bornoayzov), Macca (29′ s.t. Accornero); Kallon (7′ p.t. Ambrosini), Besaggio.
A disposizione: Corci, Ascioti, Biaggi, Bolcano, Ghigliotti, Parodi, Palella, Losomba.
Allenatore: Chiappino.
Arbitro: Maggio di Lodi.
Assistenti: Severino di Campobasso e Salama di Ostia Lido.
Note: espulso al 31′ s.t. Yepes per somma di ammonizioni; ammoniti all’8′ p.t. Sadiku, al 18′ s.t. Nesci per gioco scorretto; recupero 5′ p.t., 5′ s.t.; spettatori 250 circa; terreno di gioco in sintetico.

altre news

Scopri gli abbonamenti 2022-23