U.C. Sampdoria Sampdoria logo

Falcone e Castellazzi, orgoglio è tener testa al Milan

News

Falcone e Castellazzi, orgoglio è tener testa al Milan

Felicità per il pareggio e la grande prova offerta dalla Samp, una punta di rammarico per la vittoria che poteva essere e non è stata: ecco il commento di due colonne della difesa blucerchiata.

14_castellazziGiulio Falcone sorride a metà, il centrale voleva qualcosa di più dalla partita di sabato sera: «Poteva andare diversamente – esordisce il difensore abruzzese, contento per il punto ma non troppo -… Sono cose che succedono, intendo prendere gol così all'ultimo. Rimaniamo comunque soddisfatti per il pareggio e per l'ottima gara». Alcuni episodi hanno fatto discutere, solo la televisione ha sciolto i dubbi in merito al presunto rigore su Inzaghi e al fallo di mano di Kaladze sul gol dell'1-1. Il Milan inoltre aveva chiesto un altro penalty per mani di Delvecchio, ma lì c'era anche un fuorigioco: «Io ho visto che Kaladze si è portato avanti il pallone con la mano, però come dicevo prima è inutile starci tanto a pensare, anzi non ci dobbiamo pensare proprio. E' meglio tenere a mente le cose buone che abbiamo fatto, anche perché non si può cambiare la decisione dell'arbitro… Sicuramente siamo contenti di un buon pareggio contro un ottima squadra come il Milan».
Si è visto un Falcone ritrovato, ai livelli del passato: «Sì, credo di aver fatto una buona gara come tutti i miei compagni, sto bene e sono contento così perché più gioco più miglioro…». Nel finale è corretto parlare di paura di vincere? «Non credo, eravamo molto ordinati. Ci tenevamo a far tre punti, perché contro il Milan è ancora più bello, però loro ad un certo punto hanno cominciato a spingere forte e negli ultimi minuti hanno attaccato quasi in massa. Non era facile. Noi però siamo stati bravi a metterli in difficoltà sulla velocità, che non ci manca. Sugli esterni abbiamo disputato una grossa gara, li abbiamo colpiti dove sapevamo fossero più deboli, come d'altra parte hanno tentato di fare loro con noi».
Felice del risultato è anche Luca Castellazzi, che ha sbarrato la strada a Inzaghi con un paio di interventi fenomenali: «Felice per il pareggio ma soprattutto felice per la prestazione – spiega il numero 1 blucerchiato -, è stata davvero ottima. La vittoria sfumata? Anche con l'Inter è andata così, la cosa che lascia soddisfatti è l'aver tenuto testa alle squadre più forti del campionato… C'entra anche la vittoria col Parma, in tutto questo: è stata fondamentale, lì ci siamo tolti un peso ed è cresciuta la convinzione nei nostri mezzi». Sugli episodi incriminati, com'era la visuale dalla porta? «Nel primo tempo il rigore non c'era – risponde sicuro Castellazzi -, Inzaghi si era allungato troppo il pallone e io ho cercato in tutti i modi di evitare il contatto… Mica potevo sparire, no? E sul pareggio di Kaladze dico che mi è sembrato fallo, ma è inutile starci a rimuginare sopra: teniamoci stretta la nostra grandissima prestazione e il pareggio e andiamo avanti».

Nella foto Pegaso, Castellazzi nega il gol a Inzaghi sotto gli occhi di Falcone.

altre news

Scopri gli abbonamenti 2022-23