U.C. Sampdoria Sampdoria logo

Parola: «Il secondo gol ci ha tagliato le gambe…»

News

Parola: «Il secondo gol ci ha tagliato le gambe…»

L'analisi del centrocampista blucerchiato: «Fino al 2-0 ho visto una gara equilibratissima, la doppietta di Totti ha chiuso la sfida… Ma noi lotteremo fino all'ultima giornata».

15_paroladerossiLa Samp esce dall'Olimpico giallorosso con 4 gol sulle spalle, che fanno il paio con quelli subiti a Marassi nella gara d'andata (a novembre finì 4-2 per gli uomini di Spalletti). Insomma, il confronto con la Roma quest'anno non ha ha dato gioie e soprattutto punti ai blucerchiati, sconfitti in due occasioni su due. Andrea Parola ha vissuto un match in salita, trovando un avversario motivato: «La Roma era sicuramente molto agguerrita – racconta il centrocampista toscano nella sala stampa dell'Olimpico -, volevano un risultato importante per ripartire dopo la debacle di Manchester: ci sono riusciti…». Il punteggio pesante, forse non del tutto meritato, scoraggia la Samp in proiezione futura? «Direi proprio di no – risponde secco Parola -, per noi non cambia molto, andremo ad Udine mercoledì a giocarci la partita per vincere, come al solito. Non molleremo fino all'ultimo».
Si torna sulla gara di domenica pomeriggio, una gara condizionata secondo il toscano da qualche episodio: «Fino al 2-0 ce la siamo giocata alla pari, il raddoppio ci ha tagliato le gambe e ci siamo disuniti. Se avessimo sfruttato meglio le occasioni avute sull'1-0, forse sarebbe finita in un altro modo. Peccato, perché sicuramente il 4-0 è un responso pesante, che non meritavamo. Gli ultimi 15 minuti? Ci siamo un po' seduti, anche se non contava molto a quel punto. Resta in ogni caso una grande amarezza, dispiace sempre perdere così».
Mercoledì sera all'Old Trafford il Manchester ripartiva e segnava, nell'ultima parte del match di domenica all'Olimpico, è stata la Samp a subire lo stesso trattamento da parte della Roma: «Appena perdevamo palla, gli avversari facevano molto bene il contropiede e si presentavano con pericolosità nella nostra area. Non potevamo sbagliare nulla, soprattutto in difesa, sapendo bene il loro valore offensivo. E' chiaro che in questo modo diventa tutto più difficile».
Da una parte l'attacco romanista – il secondo per gol segnati in A, appena dietro l'Inter -, dall'altra quello doriano, falcidiato da assenze ed infortuni: «Abbiamo due punte fuori che giocherebbero dappertutto – chiude Parola -, Flachi e Bonazzoli ci mancano eccome. Ad Emiliano in particolare, perché è l'ultimo in ordine di tempo ad aver avuto problemi, auguro di rimettersi in fretta, è stato davvero sfortunato».

Nella foto Pegaso, Andrea Parola rincorre il centrocampista della Roma Daniele De Rossi.

altre news

Scopri gli abbonamenti 2022-23