U.C. Sampdoria Sampdoria logo

Accardi: «Non ho proprio capito la decisione dell’arbitro»

News

Accardi: «Non ho proprio capito la decisione dell’arbitro»

Ci sono rabbia e delusione nelle parole del difensore blucerchiato: «Non ho capito la decisione dell'arbitro, il rigore non c'era assolutamente. Fa male perdere in questo modo».

18_accardiC'è rimasto male Pietro Accardi. Il calcio di rigore assegnato all'Udinese da Damato non c'era, secondo il centrale palermitano: «Non esiste una decisione simile», dichiarerà poi il numero 5 blucerchiato, fra l'altro ammonito a margine di quell'episodio e dunque impossibilitato – come del resto Quagliarella – a scendere in campo sabato contro il Messina (Accardi era in diffida).
Un calcio di rigore si diceva pesantissimo, che può addirittura valere una stagione, dato che ha deciso lo scontro diretto con i bianconeri di Malesani, appaiati alla Samp a quota 39 prima del faccia a faccia del Friuli. «Sono saltato con Motta per un normale contrasto aereo in area – racconta ancora Pietro -, non ho sentito alcun contatto con il pallone, non mi sono accordo di nulla… La sfera non è stata deviata in nessun modo, proprio non capisco cosa abbia visto l'arbitro».
L'1-0 in casa dell'Udinese così brucia il doppio: «Fa rabbia perdere in modo simile, veramente. Fra l'altro non ho ben compreso il cartellino giallo: se ci fosse stata la scorrettezza per cui ha fischiato l'arbitro, allora avrei dovuto essere espulso. C'è stato quindi un doppio errore…».

Udinese-Samp: clicca qui per sapere tutto sulla sfida del Friuli.

Nella foto Pegaso, Pietro Accardi si dispera: salterà la gara di sabato col Messina.

altre news

Scopri gli abbonamenti 2022-23